Sabato 20 Ottobre 2018 | 09:03

NEWS DALLA SEZIONE

Presi dalla Polizia
Andria, in cella due rapinatori: pestarono cliente in sala giochi

Andria, in cella due rapinatori: pestarono cliente in s...

 
la tragedia di Andria
Scontro treni, il gup chiama in causail Ministero e la Ferrotramviaria

Scontro treni, gup chiama in causa il Ministero e la Fe...

 
Il caso
Barletta, cantieri «a sorpresa» e il traffico va subito in tilt

Barletta, cantieri «a sorpresa» e il traffico va subito...

 
Il convegno
Bat? Territorio fragile, ma lo Stato c'è: focus sicurezza a Canosa

Bat? Territorio fragile, ma lo Stato c'è: focus sicurez...

 
Il bilancio
Vendemmia: un'ottima annata, +20% rispetto al 2017

Vendemmia: un'ottima annata, +20% rispetto al 2017

 
La strage
Cani morti in strada a Trani, mistero irrisolto

Cani morti in strada a Trani, mistero irrisolto

 
Ad Andria
Sequestrate costruzioni abusive nel Parco Nazionale Murgia

Sequestrate costruzioni abusive nel Parco Nazionale Mur...

 
Il caso
Domenica con beffa, chiuso il castello di Trani: «Famiglie state a casa»

Chiuso castello di Trani di domenica: «Famiglie a casa»

 
Sulla Corato-Altamura
Furgone si ribalta a causa di cinghiali: ambulanti salvi per miracolo

Furgone si ribalta a causa di cinghiali: ambulanti salv...

 
Dalla Polizia
Barletta, cede dose si marijuana: arrestato per spaccio un 18enne

Barletta, cede dose si marijuana: arrestato per spaccio...

 
Operazione dei Cc
Minervino, ex badante rubava soldi e gioielli a due anziani: arrestata insieme ad altri due

Minervino, ex badante rubava soldi e gioielli a due anz...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

dai carabinieri

Andria, estorceva denaro e minacciava commercianti: arrestato

carabinieri

BARI - Avrebbe estorto denaro a numerosi commercianti di Andria con minacce e atti intimidatori, e, in un caso, avrebbe anche usato un ordigno artigianale: per questo un 48enne del luogo, incensurato, è stato arrestato all’alba dai carabinieri della Compagnia di Andria, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Trani su richiesta della locale Procura della Repubblica.

Il 48enne, che secondo gli investigatori era diventato l’incubo dei commercianti, è ritenuto responsabile di tentate estorsioni, incendio, danneggiamenti, nonché ricettazione di materiale esplosivo. Le indagini del nucleo operativo dei carabinieri sono cominciate lo scorso gennaio a seguito di una denuncia presentata da un commerciante di auto che aveva ricevuto diverse telefonate minatorie ed estorsive. Un’altra denuncia era stata sporta da un altro commerciante del settore degli arredi, al quale il 48enne, secondo gli investigatori, aveva piazzato una bomba artigianale davanti al portone di casa.

Gli accertamenti degli investigatori hanno scoperto che le richieste estorsive provenivano da un telefono cellulare la cui utenza era intestata a un cittadino straniero residente in un’altra regione. In una perquisizione a casa del 48enne, sono stati poi rinvenuti diversi apparecchi cellulari, fra cui quello con il quale effettuava le estorsioni, e alcuni biglietti con i nominativi delle persone sotto estorsione.

Il lavoro dei militari ha anche consentito di individuare l'esercizio commerciale in cui venivano effettuate le ricariche

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400