Sabato 25 Maggio 2019 | 04:49

NEWS DALLA SEZIONE

Nella Bat
Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

 
La sentenza
Spinazzola, Tar boccia aumento Irpef: Comune restituirà soldi ai cittadini?

Spinazzola, Tar boccia aumento Irpef: Comune restituirà soldi ai cittadini?

 
La decisione
Barletta, villette abusive: dissequestro e proprietari assolti

Barletta, villette abusive: dissequestro e proprietari assolti

 
La sentenza
Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

 
La bomba
Barletta, paura per ordigno bellico in mare

Barletta, paura per ordigno bellico in mare

 
Dopo la scossa
Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

 
Sanità
Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

 
Sanità
Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

 
L'indagine
Arresto Giancaspro, legale sindaco Trani: «Accuse infondate»

Bancarotta, l'ex patron del Bari Giancaspro interrogato per 6 ore
Legale sindaco Trani: «Accuse infondate»

 
I danni
Bat, maltempo distrugge ciliegie: controlli tecnici regionali

Bat, maltempo distrugge ciliegie: controlli tecnici regionali

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Speciale Elezioni 2019Verso il voto
Comunali, Decaro: «La nostra è una storia straordinaria: Bari è più moderna e europea»

Comunali, Decaro: «La nostra è una storia straordinaria: Bari è più moderna e europea»

 
PotenzaAuto e motori
Melgi, record in Fca: è stata prodotta la 500millesima Fiat 500 X

Melfi, record in Fca: è stata prodotta la 500millesima Fiat 500 X

 
TarantoA Grottaglie
Non si ferma all'alt e investe un poliziotto: arrestato 46enne

Non si ferma all'alt e investe un poliziotto: arrestato 46enne

 
LecceL'episodio domenica scorsa
Lecce, assalto a gazebo Lega: denunciati 5 uomini e 2 donne di area anarchica

Lecce, assalto a gazebo Lega: denunciati 5 uomini e 2 donne di area anarchica

 
BatNella Bat
Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

 
BrindisiLa segnalazione
Brindisi: cous-cous a mensa, i genitori protestano

Brindisi: cous-cous a mensa, i genitori protestano

 
MateraSanità
Ospedale Tinchi, il nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

Ospedale Tinchi, nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

 

i più letti

dai carabinieri

Andria, estorceva denaro e minacciava commercianti: arrestato

carabinieri

BARI - Avrebbe estorto denaro a numerosi commercianti di Andria con minacce e atti intimidatori, e, in un caso, avrebbe anche usato un ordigno artigianale: per questo un 48enne del luogo, incensurato, è stato arrestato all’alba dai carabinieri della Compagnia di Andria, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Trani su richiesta della locale Procura della Repubblica.

Il 48enne, che secondo gli investigatori era diventato l’incubo dei commercianti, è ritenuto responsabile di tentate estorsioni, incendio, danneggiamenti, nonché ricettazione di materiale esplosivo. Le indagini del nucleo operativo dei carabinieri sono cominciate lo scorso gennaio a seguito di una denuncia presentata da un commerciante di auto che aveva ricevuto diverse telefonate minatorie ed estorsive. Un’altra denuncia era stata sporta da un altro commerciante del settore degli arredi, al quale il 48enne, secondo gli investigatori, aveva piazzato una bomba artigianale davanti al portone di casa.

Gli accertamenti degli investigatori hanno scoperto che le richieste estorsive provenivano da un telefono cellulare la cui utenza era intestata a un cittadino straniero residente in un’altra regione. In una perquisizione a casa del 48enne, sono stati poi rinvenuti diversi apparecchi cellulari, fra cui quello con il quale effettuava le estorsioni, e alcuni biglietti con i nominativi delle persone sotto estorsione.

Il lavoro dei militari ha anche consentito di individuare l'esercizio commerciale in cui venivano effettuate le ricariche

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400