Giovedì 18 Aprile 2019 | 18:26

NEWS DALLA SEZIONE

Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 
Il punto
«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

 

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariVerso le europee
«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

Lollobrigida:«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

 
PotenzaLa curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

 
LecceNel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
BrindisiOperazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

trani

Tribunale, palazzo Gadaleta
tornerà interamente fruibile

Sicurezza dei Palazzi di giustizia In definizione i lavori nell’immobile di via Porta Vassalla

Tribunale, palazzo Gadaleta tornerà interamente fruibile

Nico Aurora

TRANI - Palazzo Gadaleta si prepara a tornare interamente fruibile. Sarà così posto rimedio ad un problema che l’immobile di via Porta vassalla, sede del Tribunale fallimentare e degli archivi della Procura della Repubblica, si trascina esattamente da sei anni, da quando cioè alcuni ambienti dello stesso ex convento monastico furono inibiti dal sindaco dell’epoca per problemi di staticità: l’ordinanza reca la data, neanche a farlo apposta, del 31 maggio 2012.

Il Comune di Trani vi ha recentemente impegnato 52.000 euro, affidando i lavori all’impresa locale Di Ciommo, per il ripristino di quei locali e la completa fruizione dell’unico palazzo in cui si registravano problemi di interdizione al pubblico. La consegna dei lavori non è ancora avvenuta, ma il progetto è pienamente definito: infatti, i lavori si svolgeranno su due lotti, di quattro stanze ciascuno, poiché sono complessivamente otto i locali inibiti, oltre un ulteriore intervento sulle coperture.

Peraltro, una volta restituita la disponibilità di quei locali l’intero Palazzo Gadaleta dovrà, a sua volta, essere oggetto di lavori di restauro e messa in sicurezza. In quel caso, i costi si avvicinerebbero al milione di euro ma, in quella circostanza, la spesa sarebbe a carico del Ministero della Giustizia, cui l’onere delle spese di funzionamento spetta dal 1mo settembre 2015. Si spiega proprio per questa ragione il fatto che le spese per il ripristino di quegli otto ambienti, non disponibili da epoca antecedente al passaggio delle consegne del 1mo settembre 2015, siano invece a carico del Comune.

Di certo, i problemi enormi sorti a Bari, dopo la dichiarazione di inagibilità dello stabile di via Nazariantz, paradossalmente hanno posto in risalto quanto decisamente meglio, o con meno emergenze, si stia amministrando la giustizia nel circondario di Trani. I palazzi sedi di uffici giudiziari non sono pochi, alcuni di questi hanno mostrato più di una volta i segni del tempo, eppure non si è arrivati certo a queste soluzioni drastiche come a Bari.

Il sindaco Amedeo Bottaro, illustrando lo stato dell’arte dell’edilizia giudiziaria in città, parla di «ottima sinergia tra amministrazione comunale, presidente del Tribunale, procuratore ed Ordine degli avvocati. Siamo riusciti, facendo squadra, a trovare soluzioni ottimali anticipando i tempi devo, anche grazie ai buoni uffici con il ministro Orlando ed all’aiuto del direttore regionale dell’Agenzia del demanio, Capobianco».

Il riferimento è al recente protocollo d’intesa firmato per la rifunzionalizzazione di Palazzo Carcano, ubicato fra via Beltrani, via Accademia dei Pellegrini e piazza Re Manfredi. Restauro ed ampliamento, avviati dal Comune ma mai completati, saranno a carico dello Stato grazie alla cessione al Demanio, con vincolo ad uffici giudiziari, siglata lo scorso 26 febbraio in cambio del completamento dei lavori per un importo di 2 milioni . I lavori non sono ancora partiti, perché nel frattempo si sta definendo l’approvazione del progetto esecutivo.

«Le somme stanziate dal ministero per Palazzo Carcano e Palazzo Gadaleta - afferma Bottaro -, non hanno precedenti per la nostra città. La pianificazione corretta che si è fatta ha fatto sì che il ministero allocasse su Trani delle importanti risorse, sicuramente superiori ad altri tribunali per i quali non vi era, probabilmente, una programmazione così chiara come a Trani. Con questo non voglio dire che abbiamo risolto tutti i problemi - ammette il sindaco -, ma sono decisamente ottimista per il futuro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400