Sabato 16 Gennaio 2021 | 23:03

NEWS DALLA SEZIONE

Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 
La novità
Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

 
la tragedia
Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

 
Paura in città
Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

 
Storie
Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

 
Teatro
Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

 
Agroalimentare
Olio di qualità ma produzione dimezzata nella BAT

Olio di qualità ma produzione dimezzata nella BAT

 
L'inchiesta
Ufo, gli avvistamenti nel Nord Barese tra tanta incredulità ma anche curiosità

Ufo, gli avvistamenti nel Nord Barese tra tanta incredulità ma anche curiosità

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Auteri: «Contro il Bisceglie saremo spietati»

Bari calcio, Auteri: «Contro il Bisceglie saremo spietati»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

 
LecceL'evento
La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
TarantoIl caso
Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

 
Potenzazona gialla
Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
Foggiaemergenza coronavirus
San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

 

i più letti

storico edificio

A Trani riapre «Ognissanti» la chiesa dei Templari

Il 27 maggio la chiesa tornerà ai fedeli, è stata chiusa per due lunghi anni

chiesa dei templari a Trani

TRANI - Tutti la conoscono come chiesa di Ognissanti, ma in realtà nacque come «dei Templari» poiché costruita, nella prima metà del secolo XII, dai Cavalieri dell’Ordine dei Templari. A prescindere della denominazione, rientra fra gli edifici di culto del romanico pugliese di maggiore richiamo in assoluto, dopo la cattedrale sul mare distante solo poche centinaia di metri.

Difficilmente scorgibile come tale dal prospetto principale lungo via Ognissanti, poiché occultata da una recinzione ornamentale in ferro ed un robusto, ma snello porticato, la romanicità dell’edificio si evince in tutta la sua bellezza dalla parte opposta, lungo via Banchina al porto, ammirandone la zona absidale. All’interno della Chiesa, poi, le classiche tre navate ed il tetto a capriate, che sono l’altra anima del romanico pugliese.

Chiusa da due anni per un lungo e paziente restauro, l’edificio di culto-che prima della chiusura era anche quello della pastorale diocesana per sordi, poi trasferita alla parrocchia dello Spirito Santo dopo la chiusura - riaprirà domenica prossima, 27 maggio, con un evento utile ad illustrare le fasi del restauro, visitare la chiesa e porre le premesse per la sua costante fruizione, che fino al 30 giugno sarà assicurata grazie ad un progetto della Regione Puglia e, successivamente, dovrebbe essere a cura di un soggetto espressamente deputato.

Il restauro aveva riguardato dapprima la zona absidale, totalmente decespugliata e ripulita, poi l’intero porticato d’ingresso ed infine, e soprattutto, l’interno con particolare riferimento al tetto, dal quale si erano prodotte infiltrazioni.

L’iniziativa madre , denominata «Chiese aperte», è della Conferenza episcopale pugliese e si articola, nella diocesi di Trani con il progetto dal titolo «Ognissanti. Il tesoro ritrovato», organizzato in collaborazione con l’Assessorato ai beni culturali della Regione Puglia.

Si tratta di una iniziativa da vivere in due momenti: il primo, alle 16.30, presso la sala conferenze del Polo museale diocesano, in piazza Duomo, per illustrare le fasi del restauro di Ognissanti; il secondo, a seguire, di carattere didattico-culturale, sarà la visita alla chiesa restaurata, riportata al suo originario splendore.

Interverranno il direttore dei lavori, Dario Natalicchio, e la storica dell’arte Margherita Pasquale, già direttore del castello svevo. Previsti intermezzi musicali a cura degli allievi della European arts academy Aldo Ciccolini. L’iniziativa, svolta anche in collaborazione con la Fondazione Seca, è aperta a tutti e, in particolare, ad architetti, guide turistiche e addetti ai lavori. Resta bene inteso che l’edificio sarà sempre aperto al culto, sotto l’egida della parrocchia di San Giovanni, di cui è rettoria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie