Venerdì 24 Maggio 2019 | 00:44

NEWS DALLA SEZIONE

La sentenza
Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

 
La bomba
Barletta, paura per ordigno bellico in mare

Barletta, paura per ordigno bellico in mare

 
Dopo la scossa
Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

 
Sanità
Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

 
Sanità
Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

 
L'indagine
Arresto Giancaspro, legale sindaco Trani: «Accuse infondate»

Bancarotta, l'ex patron del Bari Giancaspro interrogato per 6 ore
Legale sindaco Trani: «Accuse infondate»

 
I danni
Bat, maltempo distrugge ciliegie: controlli tecnici regionali

Bat, maltempo distrugge ciliegie: controlli tecnici regionali

 
Riflettori puntati
Trani, inchiesta Giancaspro: nuovo stadio in periferia, palazzi al posto del vecchio

Trani, inchiesta Giancaspro: nuovo stadio in periferia, palazzi al posto del vecchio

 
Il diretto
Ferrovie: l'Alta Velocità arriva a Barletta, due Frecciargento da e per Roma

Treni, a Barletta fermerà Bari-Roma. Mit: nuovi servizi su Alta velocità. Che non esiste

 
L'episodio
Bisceglie: atti osé in piazza fra adolescenti, scoppia rissa

Bisceglie: atti osé in piazza fra adolescenti, scoppia rissa

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl candidato
Comunali, Di Rella: centrodestra alternativa al declino

Comunali Bari, Di Rella: centrodestra alternativa al declino

 
MateraSanità
Ospedale Tinchi, il nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

Ospedale Tinchi, il nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

 
PotenzaStatale 653
Sinnica, riaperto dopo 3 mesi il tratto di Senise chiuso per frana

Sinnica, riaperto dopo 3 mesi il tratto di Senise chiuso per frana

 
BatLa sentenza
Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

 
BrindisiNel brindisino
Latiano, solaio crollato: disposta chiusura scuola primaria

Latiano, solaio crollato: disposta chiusura scuola primaria

 
Tarantonel tarantino
Massafra, spacciano davanti a scuola: arrestati due 19enni

Massafra, spacciano davanti a scuola: arrestati due 19enni

 
LecceSenza lavoro
Povertà: a Lecce aumentano disoccupati in fila a emporio solidale

Povertà: aumentano disoccupati in fila a emporio solidale

 
FoggiaLo studio
Servizi pubblici: Foggia ultima in Italia

Servizi pubblici: Foggia ultima in Italia

 

i più letti

sanità

Bambini non vaccinati tornano a scuola: hanno prenotato

Alcuni bimbi di un asilo di Trani nei giorni scorsi non erano stati fatti entrare in classe perché non vaccinati

La dirigente, che aveva emesso i provvedimenti che impedivano l’accesso ai bambini non vaccinati, li ha revocati dopo avere ottenuto questa mattina la documentazione necessaria

Autismo, il vaccino non c'entranulla: archiviata inchiesta a Trani

TRANI - Sono rientrati a scuola due bambini dell’asilo di Trani ai quali giorni fa era stato impedito l'accesso perché non in regola con le vaccinazioni. Lo ha annunciato la dirigente scolastica del circolo didattico che comprende la sezione d’asilo San Paolo, Paola Valeria Gasbarro, spiegando che le famiglie hanno inviato «i documenti che attendevo da due mesi, attestanti l’avvio del percorso vaccinale con la prenotazione delle vaccinazioni».

La dirigente, che nei giorni scorsi aveva emesso i provvedimenti che impedivano l’accesso ai bambini non vaccinati, li ha revocati dopo avere ottenuto questa mattina la documentazione necessaria.
«Ho il dovere di tenere in classe chi è in regola e tenere fuori chi non lo è - aggiunge Gasbarro - e sono mesi che tento di parlare con le famiglie, se avessi avuto quei documenti a tempo debito i bambini sarebbero rimasti in classe». «Io sono contenta che sia stata rispettata la legge e che quelle famiglie siano rientrate nella comunità della legalità, ma - ha spiegato - mi ha ferito» il clamore suscitato dalla vicenda e i riferimenti «ad epoche storiche segnate da politiche razziali».

«L'asilo - ha concluso Gasbarro - non è scuola dell’obbligo e la Corte Costituzionale si è espressa molto nettamente su questa legge, il rischio zero non esiste e ritiene opportuno il dispositivo di esclusione, a me il dovere di tutelare i bambini, il resto è stato solo clamore».

In tutto, ha spiegato Gasbarro, sono dieci i bambini originariamente non in regola con le vaccinazioni. Di loro, uno è rientrato subito dopo il dispositivo di esclusione, emanato il 9 maggio scorso; due stamattina dopo la presentazione dei documenti. Un altro sta provvedendo all’invio della certificazione, mentre per un quinto sono in corso verifiche. Gli altri cinque non frequentavano più la scuola da prima del provvedimento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400