Lunedì 08 Marzo 2021 | 13:14

Il Biancorosso

Serie c
Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Leuca, a bordo di una barca a vela sbarcano 112 migranti: sono famiglie con 31 bambini

Leuca, a bordo di una barca a vela sbarcano 112 migranti: sono famiglie con 31 bambini

 
FoggiaIl blitz
Foggia, droga fino all'Abruzzo: smantellato narcotraffico: 9 arresti

Foggia, droga fino all'Abruzzo: smantellato narcotraffico, 9 arresti

 
BariIl caso
Bari, raffica di multe per controlli anti Covid, sorpreso in un circolo: prende a calci carabiniere

Bari, raffica di multe per controlli anti Covid, sorpreso in un circolo: prende a calci carabiniere

 
MateraIl caso
Mafia, estorsioni nel Materano: due uomini arrestati

Mafia, estorsioni nel Materano: due uomini arrestati

 
Potenza'artefici del nostro destino'
8 marzo a Potenza, un mega manifesto all'ingresso della città con 24 volti di donne

8 marzo a Potenza, un mega manifesto all'ingresso della città con 24 volti di donne

 
Tarantoil siderurgico
Mittal, la Regione si costituisce al Consiglio di Stato

Mittal, la Regione si costituisce al Consiglio di Stato

 
BatIl caso
Barletta ,oltraggiato il monumento di Conteduca

Barletta ,oltraggiato il monumento di Conteduca

 

i più letti

Sport

«Il mio Brindisi operaio stupisce col bel basket»: parla il patron Marino

Dietro la splendida vittoria di Milano dieci anni di sacrifici

«Il mio Brindisi operaio stupisce col bel basket»: parla il patron Marino

Prima la gioia irrefrenabile; poi, la tranquillità; infine, la pacatezza. È quanto ha vissuto il presidente del Brindisi, Fernando Marino, durante e dopo i 40 minuti disputati sul parquet del Forum di Assago.
Brindisi ha battuto l’«orso grizzly» (definizione di coach Vitucci) Milano, la squadra di «re Giorgio» Armani. Un miracolo. Al quale l’Happy Casa ci sta abituando.

Presidente, lei ha detto: «L’irrefrenabile gioia è legata nel veder giocare un bel basket, cresciuta a con la conquista della vittoria». E la tranquillità?
«Subentra quando s’allenta l’euforia e di pari passo cresce la consapevolezza che si è compiuto qualcosa di bello»

Rimane da spiegare la pacatezza.
«La senti arrivare nello stesso istante in cui inizi ad essere razionale, perché torni alla realtà e recepisci che la vittoria non è se non la conquista di due punti. Ma dovrai continuare a lavorare perché capisci che la stagione agonistica è lunga e se hai fatto tanto, è altrettanto certo che ti resta tanto da fare».

Decimo anno alla guida della New Basket Brindisi. «Dieci anni, tutti con la “Stella del Sud”». Bel traguardo, no?.
«Resto incredulo. Avevo detto che al decimo anno mi sarei ritirato e che avrei pensato ad altri compiti».

Dice davvero?
«Dai, vediamo. Il fatto è che adesso c’è di mezzo la realizzazione del nuovo palazzo dello sport».

Faccia un passo indietro: dieci anni fa...
«... non avremmo mai potuto immaginare quanto poi è stato realizzato e conquistato. Con il lavoro di ognuno. Ciò che registriamo oggi, ad ogni modo, è la prosecuzione di quanto fatto lo scorso anno, poi interrotto dal Covid. Credo che nell’anno solare Brindisi sia la squadra che ha vinto di più. Siamo ripartiti a giugno rifacendo tutto ex novo, ma con la certezza che attraverso l’esplorazione e la capacità dello staff tecnico, la ripartenza sarebbe stata meno traumatica. Ed è quanto è accaduto. Se oggi siamo felici per quanto realizzato dalla squadra è merito del collettivo, senza l’esclusione di alcuno».

Cosa chiederebbe a Babbo Natale?
«Semplice: l’aiuto di alcune mega aziende, magari sollecitate dalle istituzioni, perché possano affiancarci lungo il percorso che si sta compiendo. Non è una novità che, causa Covid, siamo sotto di 900mila euro. È anche per questo che abbiamo chiesto a tutti gli abbonati dello scorso anno di diventare “Membership” attraverso un contributo di soli 100 euro. Non è tanto, ma se tutti divenissero sottoscrittori della card si recupererebbe qualcosa. Sarebbe molto importante per continuare».
In città l’entusiasmo è dilagante. Se lo si accompagna anche al gesto di diventare tutti «Membership» si verrebbe incontro all’invito della società che, oggi, non lesina sforzi nel fare quanto è possibile per chiudere alla grande la stagione agonistica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie