Sabato 23 Gennaio 2021 | 02:47

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Senegalese trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: indaga la Polfer

Uomo trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: si tratta di un senegalese, indaga la Polfer

 
BrindisiIl caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

 
PotenzaIl caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

Tangenti lucane: scarcerato  Ferrara, posto ai domiciliari

Il Tribunale del riesame di Potenza ha annullato l’ordinanza con la quale, il 2 febbraio scorso, era stato arrestato – con l’accusa di ricettazione – l'imprenditore coinvolto nell’inchiesta su presunte tangenti pagate per sfruttare il petrolio dei giacimenti della Basilicata
• Total Basilicata ferma per un anno
Tangenti lucane: scarcerato  Ferrara, posto ai domiciliari
POTENZA - Il Tribunale del riesame di Potenza ha annullato l’ordinanza con la quale, il 2 febbraio scorso, era stato arrestato – con l’accusa di ricettazione – l'imprenditore Francesco Rocco Ferrara, coinvolto nell’inchiesta su presunte tangenti pagate per sfruttare il petrolio dei giacimenti della Basilicata, e gli ha concesso gli arresti domiciliari. La notizia è stata confermata dall’avvocato Emilio Nicola Buccico, difensore di Ferrara insieme a Giulia Bongiorno, che è anche parlamentare. 

Ferrara fu arrestato a metà dello scorso mese di dicembre insieme ad altre persone, fra le quali l'amministratore delegato di Total Italia, Lionel Levha. Il 30 dicembre il Tribunale del riesame lo collocò agli arresti domiciliari da dove, il 2 febbraio, fu di nuovo trasferito in carcere. L’accusa di ricettazione è riferita al fatto che, al momento dell’arresto, Ferrara fu trovato in possesso di un fascicolo di circa 150 pagine contenenti la trascrizione di intercettazioni che lo riguardavano e che dovevano essere segrete. Ieri, nell’ambito della stessa inchiesta, il gip di Potenza ha sospeso per un anno la concessione “Gorgoglione” assegnata a Total Italia, che ha espresso “indignazione” per la decisione del magistrato e ha annunciato ricorso al Tribunale del riesame.

• Total Basilicata ferma per un anno

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie