Domenica 17 Gennaio 2021 | 04:49

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Auteri: «Contro il Bisceglie saremo spietati»

Bari calcio, Auteri: «Contro il Bisceglie saremo spietati»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

 
LecceL'evento
La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
TarantoIl caso
Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

 
Potenzazona gialla
Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
Foggiaemergenza coronavirus
San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

 

Stabilizzati 35 tecnici di laboratorio all'istituto Zooprofilattico lucano

di MASSIMO LEVANTACI 
La delibera relativa è stata firmata dal presidente Valerio. Nei prossimi due anni 66 nuovi addetti fra tecnici, amministrativi e dirigenti. Domani in Senato è prevista un'audizione dei dieci presidenti di istituti Zooprofilattici, l'intenzione del governo sembrerebbe quella di accentrare maggiormente le funzioni a Roma
Stabilizzati 35 tecnici di laboratorio all'istituto Zooprofilattico lucano
POTENZA - Con la stabilizzazione di 35 tecnici di laboratorio è cominciato il piano di assunzioni all’istituto Zooprofilattico. Visti i tempi, la notizia appare decisamente in controtendenza. Ma va salutata come un segnale di buon auspicio innanzitutto per l’istituto di via Manfredonia che conta di «imbarcare» nei prossimi due anni 66 nuovi addetti fra tecnici, amministrativi e dirigenti. 

La delibera per le stabilizzazioni del personale è stata firmata in questi giorni dal presidente, Giuseppe Valerio. Adesso prima di bandire i concorsi, l’istituto interrogherà le agenzie interinali per verificare se tra gli iscritti disoccupati vi sono figure di tecnici professionali che possono fare al caso dello Zooprofilattico. 

«Altrimenti - dice Valerio - entro sessanta giorni dalla nostra richiesta, se non avremo ricevuto risposta, passeremo alla pubblicazione del bando per fare i concorsi». Tutto questo mentre sono in discussione due piani di riordino degli istituti zooprofilattici: uno già varato in commissione regionale Sanità, il secondo di competenza governativa attraverso una legge delega già approvata dalla Camera. 

Evidente l’interesse in crescendo su questi istituti investiti ormai delle emergenze più varie, dalla sanità agli alimenti. Domani in Senato è prevista un’audizione dei dieci presidenti di istituti Zooprofilattici, l’intenzione del governo sembrerebbe quella di accentrare maggiormente le funzioni a Roma. In questo quadro si inserisce anche la questione Authority per la sicurezza alimentare. Se è questa la tendenza, normale che il governo lasci il Comitato nazionale nella Capitale. 

«Le due cose non sono così strettamente collegate. E comunque sull’Authority - chiarisce Valerio - il governo si è già spiegato. Al ministero del Welfare risale ai tempi del ministro Storace l’istituzione del dipartimento Veterinario con una sezione specifica dedicata al Segretariato sulla sicurezza alimentare. In Italia - aggiunge - si continua a credere che non sia utile un comitato nazionale per la Sicurezza alimentare essendoci a Parma già l’Efsa. Temo che questa scelta, politica e tecnica insieme, finirà per penalizzare Foggia ».
MASSIMO LEVANTACI

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie