Domenica 24 Gennaio 2021 | 00:31

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariBurrasca in arrivo
Maltempo nel Barese, scatta da domani allerta arancione per forte vento

Maltempo nel Barese, scatta da domani allerta arancione per forte vento

 
BrindisiIl caso
Presunti abusi al porto di Brindisi: 12 richieste a processo

Presunti abusi edilizi nel porto di Brindisi: chiesto il processo per 12 persone

 
LeccePuglia, cinema e tv
Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

 
TarantoIl caso
Taranto, poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati medici

Poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati i medici

 
FoggiaIl virus
Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

 
MateraOmicidio
Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: gravemente ferito un altro

Rotondella, uomo ucciso a coltellate: è un ingegnere di 46 anni. Gravemente ferito netturbino 45enne

 
BatL'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 

Chiude la Daramic di Tito Scalo 137 persone perdono il lavoro

La società (gruppo Polypore) ha deciso di cessare la produzione di separatori in plastica per batterie nello stabilimento potentino, dove lavorano 137 persone, a causa della perdita di una fornitura con la "Johnson Controls Battery Group": le trattative sindacali, sostenute dalla Regione Basilicata, sono durate 15 giorni e solo in serata a Potenza è stato raggiunto un accordo per due anni di cassa integrazione. La Daramic è stata inflessibile, nonostante le ipotesi di riduzione della produzione e di Cig a rotazione proposte da sindacati e Regione: l'1 gennaio 2009 chiuderanno i cancelli dello stabilimento
Chiude la Daramic di Tito Scalo 137 persone perdono il lavoro
POTENZA - La Daramic (società del gruppo Polypore) ha deciso di cessare la produzione di separatori in plastica per batterie nello stabilimento di Tito Scalo (Potenza), dove lavorano 137 persone, a causa della perdita di una fornitura con la “Johnson Controls Battery Group“: le trattative sindacali, sostenute dalla Regione Basilicata, sono durate 15 giorni e solo in serata a Potenza è stato raggiunto un accordo per due anni di cassa integrazione. 

La Daramic è stata inflessibile, nonostante le ipotesi di riduzione della produzione e di Cig a rotazione proposte da sindacati e Regione: la perdita della fornitura, è scritto in una lettera inviata dal gruppo industriale, è tale “da impedire che la conduzione dello stabilimento possa avvenire nel rispetto degli standard minimi di equilibrio tra costi e ricavi”. L'1 gennaio 2009, quindi, chiuderanno i cancelli dello stabilimento lucano, attivo dalla metà degli anni Ottanta, anche se una condizione “inderogabile” posta dall’assessore regionale alle attività produttive, Vincenzo Folino, è “la bonifica del sito e la reindustrializzazione, su cui – ha detto - chiederemo l’intervento del Governo”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie