Lunedì 25 Gennaio 2021 | 12:14

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl caso
Foggia, ore d'ansia per un 29enne scomparso: l'appello sui social

Foggia, ore d'ansia per un 29enne scomparso: l'appello sui social

 
PotenzaNel lagonegrese
In 9 col reddito di cittadinanza senza averne diritto: denunce nel Potentino, giocavano anche d'azzardo

In 9 col reddito di cittadinanza senza averne diritto: denunce nel Potentino, giocavano anche d'azzardo

 
Tarantonel Tarantino
Massafra, in 4 aggrediscono e rapinano un 21enne: arrestati braccianti

Massafra, in 4 aggrediscono e rapinano un 21enne: arrestati braccianti

 
BariIl furto
Molfetta, a 16 anni ruba 2 smartphone da un negozio di elettronica: arrestato

Molfetta, a 16 anni ruba 2 smartphone da un negozio di elettronica: arrestato

 
Materanel Materano
Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

 
Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Leccela polemica
Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 

i più letti

4 morti vicino Potenza la tragica fine di Paolo

Tragedia sul raccordo autostradale Sicignano-Potenza nel Salernitano. Le 4 persone che hanno perso la vita sono: Paolo (14 anni, giocatore di basket della Juvecaserta under 15), il papà Luigi Mercaldo, l'allenatore Gianluca Noia e la dirigente Emanuela Gallicola. Erano diretti a Potenza per una gara di campionato
POTENZA – Doveva essere una giornata di sport, come tante altre che avevano trascorso insieme, invece è stato un giorno di lutto. In un incidente stradale, avvenuto sul raccordo Sicignano degli Alburni – Potenza, nel comune di Buccino (Salerno) hanno perso la vita quattro persone: sono tre adulti ed un ragazzo, tutti appartenenti alla squadra basket under 15 della squadra della Eldo Juvecaserta. Stavano per raggiungere Potenza dove oggi avrebbero dovuto disputare l'ultima partita della prima fase di campionato. La macchina, un monovolume, sulla quale viaggiavano, è stata travolta da un furgone che procedeva sulla corsia opposta e che, per cause ancora in corso di accertamento, ha fatto un salto di carreggiata. Le vittime dell’incidente sono Paolo Mercaldo, 14 anni, liceale; il papà Luigi, consulente assicurativo; l’allenatore Gianluca Noia, 27 anni, laureato in legge e la dirigente Emanuela Gallicola, 46 anni, bancaria. Quando i soccorritori sono giunti sul posto non hanno potuto fare altro che costatarne il decesso. Per estrarre i corpi è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco che hanno dovuto lavorare non poco tagliare le lamiere. Le altre due persone che viaggiavano sullo stesso monovolume sono rimaste ferite in maniera abbastanza grave: si tratta di di due atleti 14enni che sono stati trasferiti negli ospedali di Oliveto Citra e di Salerno. Il conducente del furgone, un 35enne di Catanzaro ma residente a Salerno, ora ricoverato all’ospedale di Vallo della Lucania, ha detto di ricordarsi molto poco di quanto accaduto. È stato accertato che non era sotto l’effetto di alcol o stupefacenti e che procedeva a velocità regolare. Cosa sia successo in quei drammatici minuti lo dovranno accertare gli uomini della polizia stradale di Potenza.

Intanto, è stata rinviata la partita Eldo Caserta-Scavolini Pesaro. Lo hanno deciso Lega e Fip e lo ha reso noto la Lega basket, dopo la richiesta avanzata dal presidente della Juvecaserta Rosario Caputo. Su tutti i campi della serie A, inoltre, oggi è stato osservato un minuto di raccoglimento per ricordare le vittime del drammatico incidente. «Era doveroso questo rinvio», ha detto commosso il presidente della Juvecaserta, Rosario Caputo. «Questa tragedia ha toccato la collettività casertana molto legata alla squadra - ha aggiunto – Un doppio dolore che tocca i valori migliori della nostra organizzazione: i giovani e gli allenatori che dedicano il loro tempo libero ai ragazzi».

Il cordoglio è stato espresso anche dal presidente di Salerno, Angelo Villani, da quello Provincia di Caserta, Sandro De Franciscis e dal sindaco del capoluogo Nicodemo Petteruti. Il primo cittadino di Caserta ha annunciato che la camera ardente delle quattro vittime sarà allestita, a partire da domani alle 19, nel duomo di Caserta, dove nella mattinata di martedì si terrà il rito funebre.


Paolo aveva solo 14 anni.
Frequentava il liceo classico e in palestra, ad allenarsi, ci andava quasi ogni giorno. Sorrideva sempre, dice chi, come Michele Di Lorenzo, responsabile della sezione under 15 della Eldo Juvecaserta, lo conosceva da sempre: "Era buono, era il più buono di tutti".
Paolo è morto insieme al suo papà, Luigi Mercaldo, responsabile dell'agenzia assicurativa di Caserta 'Alliance',
nell'incidente stradale verificatosi oggi nel Salernitano. Luigi non si perdeva mai una partita di Paolo. Cinque figli, una casa in campagna, il basket era al centro della sua famiglia: giocava a basket anche un fratellino più piccolo di Paolo mentre un altro è mini arbitro. "L'ultima volta che ho visto Paolo è stato venerdì scorso - racconta Di Lorenzo - era buono, davvero tanto. Il suo primo pensiero era lo studio. Non era mai triste e la sua casa era sempre aperta a tutti. L'ho visto crescere, è come se fosse morto un mio figlio. Con la sua famiglia ci frequentavamo anche al di fuori del basket. Il papà Paolo lo accompagnava sempre, del resto le partite erano un po' come delle gite. Eravamo tutti amici, eravamo una grande famiglia".
Oggi i dodici piccoli atleti della Eldo dovevano disputare l'ultima partita della prima fase del campionato under 15, a
Potenza. Da Caserta sono partite tre macchine, erano tutte una dietro l'altra. Poi, per lavori lungo la strada, un
rallentamento ha lasciato indietro la macchina dove c'era il piccolo Paolo. E poi più nulla. Un ritardo che non tornava,
telefoni che squillavano a vuoto e la triste scoperta.
A bordo di quell'auto colpita in pieno da un furgone c'era anche Gianluca Noia, 27 anni, da poco laureato in legge. Una vita, la sua, dedicata al basket sempre con la Eldo: ha prima giocato, poi ha iniziato a fare l'allenatore. "Con i piccoli aveva un feeling particolare - racconta Di Lorenzo - li faceva sempre divertire. Era gioviale, sempre disponibile". Tra le vittime anche Emanuela Gallicola, 46 anni: bancaria, nella pallacanestro da anni. "Aveva un centro di minibasket - racconta Di Lorenzo - era dirigente della Eldo da un paio di anni. Era l'animatrice del gruppo". La Gallicola, figlia di un
ex sindaco di Caserta, lascia due figlie, la più grande ha 16 anni.
Di Lorenzo sul luogo dello scontro e poi all'obitorio dell'ospedale di Eboli ci è voluto andare subito. Racconta di
scene strazianti dei parenti, di una giornata tra le più tristi della sua vita. Ed ora pensa più che mai ai due piccoli feriti.
"Sono preoccupato, tanto, per Rosario De Felice - dice - è ricoverato a Salerno, i medici dicono che è molto grave. E' con noi da un paio d'anni. E poi c'é Andrea Turino, anche lui 14 anni, dicono che è fuori pericolo. Sono troppo piccoli per soffrire. Ancora di più per morire".


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie