Martedì 26 Gennaio 2021 | 04:13

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccela polemica
Lecce, a Palazzo Carafa girata scena di video trap: il Comune si dissocia

Lecce, a Palazzo Carafa girata scena di video trap: il Comune si dissocia

 
Tarantopiano industriale
Mittal Taranto, azienda conferma per il 2021 produzione di 5 milioni di tonnellate d’acciaio

Mittal Taranto, azienda conferma per il 2021 produzione di 5 milioni di tonnellate d’acciaio

 
Homela tragedia
Bari, bambino di 9 anni trovato impiccato in casa a San Girolamo: si ipoitizza suicidio

Bari, bimbo di 9 anni trovato impiccato in casa a San Girolamo: si ipotizza suicidio. Gioco online? «Non sappiamo»

 
FoggiaLa decisione
Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

 
Potenzamaltempo
Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

 
Materanel Materano
Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

 
Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 

i più letti

«Lucani diffidano carte di credito Basilicata terzultima per numero Pos»

Secondo la ricerca condotta da Cpp Italia, la Basilicata è all'ultimo posto, con un apparecchio Pos (Point of Sale) ogni 77,97 abitanti. Questo dato conferma la tendenza delle regioni del sud a posizionarsi nella parte più bassa della classifica nazionale. Tra 2000 e 2007 il loro numero di Pos in Puglia è aumentato del 186%
«Lucani diffidano carte di credito Basilicata terzultima per numero Pos»
CATANZARO – Trentino Alto Adige, Valle d’Aosta e Toscana sono le regioni Italia in cui sono più diffusi i Pos (Point of Sale), gli apparecchi per effettuare acquisti con carte di credito o bancomat nei negozi ma non solo. Nelle tre «regine» italiane del Pos ce ne sono rispettivamente uno ogni 22,59 abitanti, uno ogni 24,62 e uno ogni 30,52. 

La Basilicata si piazza invece all’ultimo posto, con un apparecchio ogni 77,97 abitanti, confermando la tendenza delle regioni del sud a posizionarsi nella parte più bassa della lista. Catanzaro, con un apparecchio di pagamento elettronico ogni 59,47 abitanti, è la provincia calabrese con la più alta densità di Pos. Secondo una ricerca di Cpp Italia, divisione della multinazionale inglese specializzata nella protezione delle carte di pagamento, Catanzaro è al 73esimo posto tra le province italiane. 

Più staccata Cosenza, che con un apparecchio di pagamento elettronico ogni 68,09 abitanti si posiziona all’86esimo posto. A livello nazionale, con una media di un Pos ogni 72,11 abitanti, la Calabria si posiziona al penultimo posto, precedendo soltanto la Basilicata (uno ogni 77,97). 

«La nostra ricerca», ha spiegato Walter Bruschi, country manager di Cpp, che in Italia ha più di 700mila clienti e assicura oltre 3 milioni di carte di pagamento, «conferma un’elevata predisposizione all’utilizzo della moneta elettronica nelle province del centro-nord. Nella classifica che fotografa la densità dei Pos, infatti, le prime venti posizioni vedono 10 province del nord, 9 del centro, di cui 6 toscane, e soltanto una insulare». 

Continuando a scorrere la classifica, si nota che Vibo Valentia, con una postazione di pagamento elettronico ogni 75,70 abitanti, occupa la terza posizione nella regione e la 94esima in Italia. Al 98esimo posto nella classifica nazionale troviamo la provincia di Reggio Calabria, dove vi è un apparecchio abilitato al pagamento con bancomat e carta di credito ogni 82,04 abitanti. Ultima sia nella regione sia in Italia la provincia di Crotone, i cui cittadini per i pagamenti con bancomat e carte di credito possono fare affidamento su un Pos ogni 99,43 abitanti. 

Secondo la ricerca condotta da Cpp Italia, la Calabria dimostra una discreta dinamicità in termini di crescita del numero di Pos: tra 2000 e 2007 il loro numero è aumentato del 123,6%, ottavo risultato dopo quelli di Molise (+219,3%), Umbria (+211,8%), Puglia (+186%), Campania (+177%), Basilicata (+169,2%), Sicilia (+163,1%) e Abruzzo (+148,6%). Peggiori risultati hanno riportato il Friuli Venezia Giulia (+62,1%), la Liguria (+57,8%) e il Trentino Alto Adige, dove nel periodo esaminato i Pos sono cresciuti del 39,7%. 

Continuando a scorrere i dati di Cpp Italia si nota che la Calabria, con 22.515 apparecchiature per il pagamento elettronico, è al quintultimo posto della classifica nazionale, precedendo Umbria (22.463 Pos), Basilicata (6.239), Molise (4.407) e Valle d’Aosta (4.263). Sul podio salgono Lombardia (204.608), Lazio (130.161 ) ed Emilia Romagna (102.784). 

«I possessori di una qualsiasi plastic card -ha aggiunto il country manager di Cpp Italia- tendono a utilizzare con maggiore frequenza il bancomat rispetto alla carta di credito. Questo per una infondata diffidenza nei confronti della carta di credito, che se utilizzata con attenzione, e attivando tutte le tutele a disposizione dell’utente, non è affatto meno sicura del bancomat. E anche in caso di clonazione della carta di credito o del bancomat, il sistema bancario e assicurativo ci tutela e ci assiste nel recupero delle somme sottratte indebitamente in tempi che raramente superano i sei mesi. Purtroppo – conclude Bruschi - nonostante non manchiamo di ripetere ogni volta consigli e accorgimenti per tutelarsi da eventuali frodi, in crescita esponenziale negli ultimi anni, la stragrande maggioranza di possessori di carte di pagamento non attiva ad esempio i servizi sms, mediante i quali la banca informa di ogni utilizzo delle nostre carte, così da poter bloccare subito eventuali movimenti sospetti. È buona regola, infine, osservare con attenzione la propria carta quando viene effettuato il pagamento tramite l’apparecchio Pos. Nel caso non vada a buon fine la transazione, inoltre, pretendere sempre la copia del rapporto».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie