Lunedì 25 Gennaio 2021 | 17:36

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLa decisione
Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

 
Bariindagini della DDa
bari, guerra clan a Japigia: chieste 26 condanne, ergastoli per 2 omicidi

Bari, guerra clan a Japigia: chieste 26 condanne, ergastoli per 2 omicidi

 
Potenzamaltempo
Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

 
TarantoGenerosità
Taranto, muore giovane mamma: donati gli organi

Taranto, muore giovane mamma: donati gli organi

 
LecceL'iniziativa
«Io Posso»: il progetto solidale salentino compie 6 anni e festeggia con una tombolata social

«Io Posso»: il progetto solidale salentino compie 6 anni e festeggia con una tombolata social

 
Materanel Materano
Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

 
Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 

i più letti

Potenza concede patentino e muri «liberi» ai graffitari

di MASSIMO BRANCATI
Il Dipartimento Ambiente del Comune di Potenza ha deciso di rilasciare una sorta di «patentino», dando vita ad un vero e proprio anagrafe dei graffitari ai quali ha anche indicato le strade dove poter dar sfogo al proprio talento. Fino ad oggi sono stati rilasciati 130 tesserini (validità 3 anni)
• Bari invece li combatte con pattuglie di volontari
graffitidi MASSIMO BRANCATI

POTENZA - «Operatore di spray art». A Potenza anche i graffitari hanno il loro bel tesserino di riconoscimento, la card che abilita all'esercizio dell'arte dei muri. Nel proprio zaino, tra bombolette di vernice, fogli, colori e quant'altro, bisogna trovare sempre un piccolo spazio per questo tesserino. Non averlo significa essere un «writer» clandestino e rischiare una multa di 103 euro che arriva fino a 2.852 quando il murales viene realizzato nel centro storico.

Ma non è finita qui: il nuovo disegno di legge del ministro Prestigiacomo prevede addirittura il carcere fino a sei mesi per chi imbratta i muri degli edifici. Traduzione: meglio mettersi in regola e chiedere il rilascio della card.

Con questa idea il Dipartimento Ambiente del Comune di Potenza ha dato vita ad una vera e propria anagrafe dei graffitari ai quali ha anche indicato le strade dove poter dar sfogo al proprio talento.

Fino ad oggi sono stati rilasciati 130 tesserini, la cui validità è di tre anni. Pochi i maggiorenni (una quindicina in tutto), la maggior parte sono minori di 18 anni che si recano al Comune con mamma e papà.

Le strade più richieste sono viale dell'Unicef, via Giovanni XXIII, via Tammone, i piazzali che costeggiano la sede della Regione. Solo in queste zone si può usare lo spray (naturalmente avendo il tesserino).

La trafila per ottenere il via libera, però, è lunga: prima, infatti, bisogna inoltrare la domanda all'amministrazione, con tanto di bozzetto del murales che si vuole realizzare. Solo dopo che il palazzo di città avrà dato l'ok a procedere, gli artisti in erba, con l'autorizzazione in mano, potranno sbizzarrirsi con la fantasia.

Il Comune, inoltre, fornisce ai «writers» una sorta di libricino-vademecum, su cui sono segnalate e ricordate le zone off-limits su cui, cioè, è vietato «lavorare»: i monumenti storici, i muri dei privati, i muri fatti a mattone.

graffiti
Gli abusi, come dicevamo, sono puniti. Materia da codice penale che all'articolo 639 sanziona il deturpamento o imbrattamento (tale è considerato il fenomeno dei graffiti) di cose mobili o immobili altrui con una multa di 103 euro: pene più severe (multa da 258 a 2.582 euro o la permanenza domiciliare fino a 30 giorni o ancora condanna ai lavori di pubblica utilità) quando il fatto sia commesso nel centro storico. Sanzioni amministrative e pecuniarie si trovano nel regolamento di polizia urbana dell'ente e nel nuovo codice della strada.

Tutto spiegato per bene in una circolare di servizio dei vigili urbani di Potenza, sensibilizzata sul dilagare di un «graffitismo» selvaggio che sta interessando soprattutto il centro storico. Il problema, dicono dagli uffici della polizia municipale, è cogliere sul fatto chi sporca muri e superfici. Cosa non semplice, anche perché il personale non è sufficiente e va smistato anche su altri servizi.

Gli imbrattatori, tra l'altro, si muovono con scaltrezza nelle ore più silenziose e buie. Così si spera nel caso, o nelle tante telecamere che ovunque controllano i movimenti dei cittadini. O magari in un rigurgito di pietà per i muri e l'estetica della città.

• Contro graffiti e immondizia, Bari schiera pattuglie di volontari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie