Martedì 09 Marzo 2021 | 05:49

Il Biancorosso

Serie c
Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoLa manifestazione
Ilva, salta integrazione salario per i1700: il 12 sciopero e sit in dei lavoratori

Ilva, salta integrazione salario per 1700: il 12 sciopero e sit in dei lavoratori

 
LecceL'iniziativa
Leuca, hotel dedica stanza a Rena Fonte, ex assessore Nardò uccisa dalla mafia

Leuca, hotel dedica stanza a Renata Fonte, ex assessore Nardò uccisa dalla mafia

 
PotenzaLa novità
Marsico Nuovo ottiene il titolo onorifico di «città»

Marsico Nuovo ottiene il titolo onorifico di «città»

 
FoggiaL'iniziativa
8 marzo a Lucera, al Lastaria mimose, cioccolatini e sorrisi per le pazienti dell'Oncologico

8 marzo a Lucera, al Lastaria mimose, cioccolatini e sorrisi per le pazienti dell'Oncologico

 
BariL'inaugurazione
8 marzo a Bari, ecco la panchina rossa dedicata a Noemi Durini

8 marzo a Bari, ecco la panchina rossa dedicata a Noemi Durini

 
MateraIl caso
Mafia, estorsioni nel Materano: due uomini arrestati

Mafia, estorsioni nel Materano: due uomini arrestati

 
BatIl caso
Barletta ,oltraggiato il monumento di Conteduca

Barletta ,oltraggiato il monumento di Conteduca

 

i più letti

Ragazzi da controllare, 007 con i genitori

di MASSIMO BRANCATI
Le investigazioni private sono un fenomeno in crescita in Basilicata. Nel «mirino» soprattutto studenti fuori sede: potentini che si recano a studiare nelle grandi città. Investigatori sulle tracce di amori clandestini. A Potenza coniugi sempre più sospettosi e decisi a scoprire la verità
• LA STORIA 1 / «Nostra figlia si drogava con le amiche»
• LA STORIA 2 / «Mio marito mi tradisce». Ma l'amante è un altro lui
di MASSIMO BRANCATI

POTENZA - Nella terra delle intercettazioni non c'è da meravigliarsi poi così tanto se aumenta il popolo degli spiati, controllati a vista, pedinati. Qualcuno direbbe perseguitati. E in questo magma spunta un fenomeno che sta prendendo sempre più corpo anche a Potenza: genitori che pagano investigatori privati per far controllare i propri figli. Non è solo il caso della famiglia S. - di cui riportiamo al lato una testimonianza - ma di tanti mamme e papà che, come in un grande reality show, si affidano alle telecamere, alle macchine fotografiche, alle cimici di novelli Sherlock Holmes per capire cosa fanno, come si muovono, dove vanno, chi incontrano sbarbatelli e liceali. Gerardo Magro, 30 anni di Ruoti, è titolare di un'a g enzia investigativa a Potenza, la Mginvestigazioni (www.mginvestigazioni. it).

Dal suo osservatorio arriva la conferma di genitori apprensivi e «spioni»: «Sì - dice - in questo ultimo periodo sono tanti i cittadini che si rivolgono a noi per vigilare sui figli. Nella maggior parte dei casi si tratta di studenti universitari che lasciano Potenza per andare a studiare in grandi città, come Roma o Napoli». Qual è la molla che spinge un genitore a chiedere l'aiuto di un investigatore?

«Notano un cambiamento nell'atteggiamento del proprio figlio. Magari è diventato più aggressivo, ha cambiato look rispetto all'immagine acqua e sapone di quand'era partito. Piccoli segnali che fanno pensare». Ha scoperto che certe preoccupazioni erano fondate? «Spesso. Ragazzi che fuori conoscono altri giovani non proprio indirizzati sulla retta via e che si lasciano influenzare».

Le cattive amicizie, dunque, giocano un ruolo fondamentale... «Proprio così. E lo sanno gli stessi genitori, tant'è che la prima cosa che mi chiedono di controllare è proprio il giro di persone che il proprio figlio frequenta». Un impegno costante. Sarà una fatica stare dietro ad un ragazzo, seguirlo ovunque. Quanto costa alle famiglie quest'attività? «In base alle tariffe fissate dall'associazione italiana investigatori per ogni ora di lavoro si spende 40 euro che diventano 160 di notte. A questi prezzi vanno aggiunte le spese chilometriche, quelle delle fotografie, le relazioni e quant'altro. Personalmente, però, non applico le tariffe, perché siamo in una realtà dove pochi si possono permettere di spendere tanto. Analizzo caso per caso. Ho lavorato anche gratis per vicende che mi hanno colpito particolarmente». Insisto: se una famiglia potentina vuol fare seguire il proprio figlio quanto spende mediamente? «Da 250 a 300 euro al giorno. Il prezzo lievita se devo spostarmi dalla città». Nell'immaginario collettivo, l'investigatore privato italiano è figlio di Tom Ponzi... «Ho lavorato nella sua agenzia. Mi sono fatto, come si dice in gergo, le ossa proprio con i suoi più stretti collaboratori».

LA STORIA 1 / «Nostra figlia si drogava con le amiche»
LA STORIA 2 / «Mio marito mi tradisce». Ma l'amante è un altro lui

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie