Mercoledì 20 Gennaio 2021 | 23:34

Il Biancorosso

Serie C
Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIndagini lampo della Ps
Taranto, ruba  creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

Taranto, ruba creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

 
Bariemergenza coronavirus
Bitonto, focolaio Covid in cento anziani: positivi 3 educatori e una decina di ospiti

Bitonto, focolaio Covid in centro anziani: positivi 3 educatori e una decina di ospiti

 
FoggiaControlli dei CC
Foggia, a spasso con la cocaina nell'auto: arrestato 34enne incensurato

Foggia, a spasso con la cocaina nell'auto: arrestato 34enne incensurato

 
LecceL'ente fallito
Novoli, la Focara affossata dai debiti: i creditori avanzano oltre un milione

Novoli, la Focara affossata dai debiti: i creditori avanzano oltre un milione

 
Batsanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
Potenzala richiesta
Fca fa spazio a Stellantis, Confindustria Basilicata: «Stabilimento Melfi sia centrale»

Fca fa spazio a Stellantis, Confindustria Basilicata: «Stabilimento Melfi sia centrale»

 
Covid news h 24L'annuncio
Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hib vaccinale

Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hub vaccinale

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 

i più letti

Polizia: omicidio fratello boss apre guerra nel Vulture-Melfese

Bruno Umberto Cassotta, trovato morto questa notte alla periferia di Rionero in Vulture, è stato ammazzato con 15 colpi di pistola. Per gli investigatori si tratterebbe di guerra di mafia tra i clan Cassotta e Delli Gatti. L'associazione Libera ha indetto una grande manifestazione a Rionero in Vulture, giovedì prossimo, per dire "No alle mafie"
POTENZA - E' stato ucciso con 15 colpi di pistola, presumibilmente calibro 9, Bruno Umberto Cassotta, trovato morto questa notte alla periferia di Rionero in Vulture, nel Potentino. Sul fatto di sangue sta indagando la polizia con gli uomini della squadra mobile e del commissariato di Melfi. L'omicidio, secondo le prime ipotesi investigative, rientra nella guerra di mafia tra i Clan Cassotta e Delli Gatti per l'egemonia nei traffici illeciti nel Vulture-Melfese. Cassotta è stato colpito alla nuca, alle gambe ed alla schiena.

Il corpo è stato trovato riverso in un canale a diversi metri dalla sua auto, una Smart. La scena del delitto fa presupporre che Cassotta abbia capito di essere in pericolo di vita e abbia tentato di fuggire invano. E' stato trovato dopo una segnalazione dei familiari che non lo avevano visto rientrare ed erano quindi partite le sue ricerche. Dato l'elevato numero di colpi, gli inquirenti ritengono che a sparare non sia stata solo un'arma e pertanto le indagini sono orientate ad individuare i membri del «commando».

Bruno Cassotta è il fratello di Massimo Aldo, attualmente detenuto per l'omicidio di Giancarlo Tetta avvenuto nello scorso aprile. L'anno scorso, invece, il 17 luglio, a Melfi venne trovato carbonizzato il corpo di un altro fratello, Marco Ugo, mentre un altro fratello ancora, Ofelio Antonio, era stato assassinato il 16 luglio 1991 e trovato semicarbonizzato in una discarica di rifiuti nella vicina Rapolla. Bruno Cassotta è dunque il terzo della famiglia a cadere sotto i colpi della faida. In passato era già sfuggito a un attentato.

COORDINAMENTO REGIONALE ASSOCIAZIONE LIBERA, HA INDETTO MANIFESTAZIONE
"E' guerra di mafia". Con parole perentorie il coordinamento regionale di Libera commenta l'ultimo fatto di sangue, l'omicidio di Bruno Umberto Cassotta, del clan omonimo. L'associazione ha indetto una grande manifestazione a Rionero in Vulture giovedì prossimo, alle ore 10, per dire "No alle mafie".

"Si irrigidiscano pure coloro che hanno le orecchie delicate -afferma Libera a propositodibattito lucano sulla mafia- continuino pure nella loro sottovalutazione certe Istituzioni e certa Politica. Alimentino pure la logica del discredito contro chi lancia questi allarmi. Come già fecero il 6 febbraio 2007 all'indomani del nostro invito alla Commissione Parlamentare Antimafia di visitare la Basilicata. Da allora nella nostra regione, nelle guerre criminali, hanno perso la vita cinque persone, di cui quattro nel Vulture-Melfese negli ultimi sedici mesi. Per ultimo Bruno Cassotta".

Secondo l'associazione guidata da don Marcello Cozzi "chi continua a minimizzare, a sottovalutare e a sminuire quanto sta accadendo si porterà sulla coscienza il sangue che ancora sarà versato. La gente comune innamorata di questa terra, tutti gli amministratori locali impegnati ogni giorno nell'affermazione della cittadinanza democratica, le scuole, le associazioni, le organizzazioni di categoria hanno invece la responsabilità di frenare questa deriva. E' ora di dire basta all'aggressione mafiosa -afferma il coordinamento regionale- e a certe inesistenti o tiepide reazioni, esponendo le nostre facce con forza e determinazione. Non sostenere l'iniziativa, significa non condividere i principi di legalità alla base di una società civile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie