Venerdì 15 Gennaio 2021 | 21:35

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Potenzala «trovata»
Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

 
TarantoLa decisione
Taranto, stop sospensione attività; lunedì rientro per asili nido e scuole dell'infanzia

Taranto, stop sospensione attività: lunedì rientro per asili nido e scuole dell'infanzia

 
Barila scorsa notte
Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

 
Batemergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
Bari
Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

 
LecceNel Leccese
Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

 
BrindisiIl caso
Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

 

i più letti

Chiusura indagini per i 33 di «Toghe lucane»

Il pm di Catanzaro, Luigi De Magistris, ha concluso l'inchiesta sul presunto comitato d'affari che avrebbe operato in Basilicata. Tra le 33 persone coinvolte anche il presidente della Regione, Vito De Filippo, e il suo predecessore, Filippo Bubbico
• Elisa Claps, i «fidanzatini di Policoro», l'omicidio Gianfredi-Santarsiero, alla Procura di Salerno
Chiusura indagini per i 33 di «Toghe lucane»
CATANZARO - Il pm di Catanzaro, Luigi De Magistris, ha concluso l'inchiesta «Toghe lucane» su un presunto comitato d'affari che avrebbe operato in Basilicata con la complicità di uomini politici, magistrati, professionisti, imprenditori e rappresentanti delle forze dell'ordine.

Il magistrato ha emesso l'avviso di conclusione indagini nei confronti di 33 persone tra le quali figurano il presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo, e l'ex presidente della Regione ed ex sottosegretario allo Sviluppo economico, Filippo Bubbico.

Le accuse ipotizzate nei confronti dei 33 indagati, a vario titolo, sono associazione per delinquere, abuso d'ufficio, truffa aggravata ai danni dello Stato, corruzione, corruzione in atti giudiziari, rivelazione di segreto d'ufficio e minacce a pubblico ufficiale.

L'inchiesta, avviata nel 2003, riguarda un presunto comitato d'affari che negli ultimi anni avrebbe gestito, in Basilicata, vari interessi, in particolare nei settori turismo, sanità e banche. Nell'ambito dell'inchiesta è stato anche sequestrato il villaggio turistico Marinagri di Policoro (Matera).

Sequestrato una prima volta nel marzo 2007, il villaggio, del valore di circa 200 milioni di euro, era stato dissequestrato dal Tribunale del riesame di Catanzaro e nuovamente sequestrato, sulla base di nuovi elementi, nel maggio scorso.

I NOMI DEI 33 «VIP» COINVOLTI
L'avviso di conclusione indagini del pm di Catanzaro, Luigi De Magistris, nell'ambito dell'inchiesta Toche lucane, riguarda 33 persone.
Oltre al presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo, ed al parlamentare Filippo Bubbico, sono indagati:
Arnaldo Mariotti, segretario particolare di Bubbico al ministero quando era sottosegretario;
Massimo Goti come direttore generale del ministero dello Sviluppo economico;
Emilio Nicola Buccico, ex componente del Csm e sindaco di Matera;
Vincenzo Tufano, procuratore generale a Potenza;
Gaetano Bonomi, sostituto procuratore generale a Potenza;
Felicia Genovese, ex pm della Dda di Potenza, adesso a Roma;
Michele Cannizzaro, marito della Genovese, ex direttore generale dell'Azienda ospedaliera San Carlo di Potenza;
Giuseppe Chieco, procuratore di Matera;
Iside Granese, ex presidente del Tribunale di Matera;
Vincenzo Barbieri, ex direttore della direzione generale magistrati al ministero della Giustizia e attuale procuratore di Avezzano;
Claudia De Luca, pm a Potenza;
Daniele Cenci, ex giudice a Potenza;
Biagio Costanzo, cancelliere al Tribunale di Lagonegro;
Luisa Fasano, ex dirigente della squadra Mobile di Potenza, adesso a Matera;
Vincenzo Mauro, ex questore di Potenza, adesso a Messina;
Massimo Cetola, ex generale dei carabinieri, adesso commissario all'Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria;
Emanuele Garelli ex comandante della Regione carabinieri Basilicata;
Nicola Improta, ex capo di Stato maggiore della Regione carabinieri Basilicata;
Pietro Giuseppe Polignano, ex comandante provinciale dei carabinieri di Potenza;
Attilio Caruso, ex presidente della Banca popolare del Materano;
Vincenzo e Marco Vitale, titolari del villaggio turistico Marinagri di Policoro;
Pietro Gentili, ex ufficiale dei carabinieri, attuale addetto alla sicurezza del Marinagri;
Giuseppe Labriola, ex presidente del Consiglio dell'ordine degli avvocati di Matera;
Elisabetta Spitz, dirigente generale dell'Agenzia del demanio di Roma; Nicolino Lopatriello, sindaco di Policoro;
Nicola Montesano, presidente del Consiglio comunale di Policoro;
Felice Viceconte, dirigente del settore urbanistica del Comune di Policoro;
Giuseppe Pepe, dirigente del demanio di Matera;
Michele Vita, segretario generale dell'Autorità di bacino regionale della Basilicata;
Vito Santarsiero, sindaco di Potenza.

• Bubbico: ora potrò difendermi

• Elisa Claps, i «fidanzatini di Policoro», l'omicidio Gianfredi-Santarsiero, alla Procura di Salerno

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie