Martedì 09 Marzo 2021 | 10:59

Il Biancorosso

Serie c
Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaL'episodio
Rubati 200 pneumatici da tir in autostrada nel Foggiano, recuperati a Cerignola

Rubati 200 pneumatici da tir in autostrada nel Foggiano, recuperati a Cerignola

 
TarantoNel tarantino
«Se non torni con me ti sfiguro con l'acido», arrestato 24enne a Statte

«Se non torni con me ti sfiguro con l'acido», arrestato 24enne a Statte

 
Barinel Barese
Gioia del Colle, rapinarono più volte un supermercato: arrestati in tre

Gioia del Colle, rapinarono più volte un supermercato: arrestati in tre

 
LecceNel Salento
Lizzanello, 12 consiglieri firmano dimissioni: cade amministrazione comunale sindaco Pedone

Lizzanello, 12 consiglieri firmano dimissioni: cade amministrazione comunale sindaco Pedone

 
BrindisiL'operazione
Droga e furti d'auto nel Salento: 8 arresti tra Brindisi e Lecce

Droga e furti d'auto nel Salento: 8 arresti tra Brindisi e Lecce

 
PotenzaLa novità
Marsico Nuovo ottiene il titolo onorifico di «città»

Marsico Nuovo ottiene il titolo onorifico di «città»

 
MateraIl caso
Mafia, estorsioni nel Materano: due uomini arrestati

Mafia, estorsioni nel Materano: due uomini arrestati

 
BatIl caso
Barletta ,oltraggiato il monumento di Conteduca

Barletta ,oltraggiato il monumento di Conteduca

 

i più letti

«Campi a secco in Puglia e Basilicata»

La denuncia è dell'Associazione nazionale bonifiche e irrigazioni, che sottolinea come l'acqua sia destinata «prioritariamente all'uso civile» e spesso «indisponibile per usi agricoli»
«Campi a secco in Puglia e Basilicata»
ROMA - E' allarme per la disponibilità di risorse idriche a scopo agricolo in Puglia e Basilicata. Nei principali invasi delle due regioni la quantità di acqua utilizzabile è di poco superiore alla metà dell'anno precedente: nella diga di Monte Cutugno, ad esempio, la disponibilità è di 108 milioni di metri cubi (301,5 un anno fa), in quella di Occhito è 77,1 (116,8).

La denuncia è dell'Associazione nazionale bonifiche e irrigazioni (Anbi), che sottolineando come "essendo quota parte dei volumi idrici prioritariamente destinata all'uso civile, in alcune aree l'acqua è indisponibile per usi agricoli, salvo piccole quantità destinate alla sopravvivenza delle colture arboree".

Alla scarsità di acqua per l'agricoltura, però - sottolinea il presidente dell'associazione, Massimo Gargano - "non può purtroppo corrispondere l'esonero del pagamento del contributo irriguo e permangono i costi fissi, quali quelli per la gestione degli invasi e delle condotte di adduzione o per la manutenzione delle reti distributive". Gargano auspica "un intervento pubblico che, garantendo l'equilibrio economico delle gestioni irrigue, riduca gli oneri a carico degli agricoltori".

L'associazione chiede inoltre di "proseguire il piano irriguo nazionale, completando gli impianti distributivi e l'ammodernando le reti di adduzione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie