Lunedì 25 Gennaio 2021 | 03:19

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

 

NEWS DALLE PROVINCE

Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Foggiala tragedia
San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: due le persone morte

San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: il bilancio è di due morti

 
Leccela polemica
Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

 
MateraIl mistero
Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 
Baricontagi coronavirus
Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

 
Potenza«silver economy»
Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

 

i più letti

Detenuto ferisce 7 secondini a Matera

Uil: queste continue aggressioni hanno un dato in comune, avvengono in strutture in cui mancano i dirigenti titolari(Matera) o dove le gestioni sono discutibili e contestate (Lecce)
Detenuto ferisce 7 secondini a Matera
ROMA - Sette agenti penitenziari (contando anche quello che soltanto oggi ha fatto ricorso alle cure dei sanitarsi per il riacutizzarsi dei dolori) sono stati aggrediti ieri da un detenuto nel carcere di Matera. A rendere noto l'episodio è la Uil penitenziari, che aveva già denunciato l'aumento delle aggressioni nei penitenziari ai danni di baschi blu.
«Ieri sera a Matera - comunica il segretario della Uil Pa Penitenziari, Eugenio Sarno - un detenuto extracomunitario ha aggredito personale di polizia in servizio, ferendo sei agenti (saliti poi a sette; ndr). Uno dei quali ha riportato ferite da taglio alla gola procurate con una lametta ed un altro trauma cranico per le botte subite alla testa. È uno stillicidio, oramai la pazienza del personale è al limite. Queste continue aggressioni hanno un dato in comune: avvengono in strutture in cui mancano i dirigenti titolari(Matera, Frosinone) o dove le gestioni sono discutibili e contestate (Lecce, Bologna, Genova, Orvieto)». La Uil già ieri aveva chiesto un incontro al Capo del Dap, Ettore Ferrara, per un esame approfondito della situazione «Non abbiamo avuto ancora riscontro, ma immagino che a breve il Dap ci convocherà», sostiene Sarno, secondo il quale «il vero problema consiste nel dare risposte concrete e certe. Su questo un qualche appunto critico va mosso all'Amministrazione. Negli ultimi due mesi sono circa trenta gli agenti aggrediti in vari penitenziari. Non credo che il ministro Alfano - conclude il sindacalista - vorrà essere insensibile al problema. Aggredire un agente penitenziario equivale aggredire lo Stato che rappresenta in quel momento. Noi ci aspettiamo che lo Stato dia risposte idonee».
In serata, Eugenio Sarno della Uil-Pa Penitenziari ha annunciato che il numero degli agenti feriti "è salito a sette", perché "nel pomeriggio odierno un altro agente è dovuto ricorrere alla cura dei sanitari dopo che ieri insieme ad alcuni suoi colleghi ha cercato di riportare alla calma un detenuto extracomunitario che, munito di lametta, minacciava di aggredire il personale e di autolesionarsi".
"L'agente - ha concluso Sarno - è stato giudicato guaribile in sette giorni per trauma contusivo all'avambraccio destro dai medici del pronto soccorso dell'ospedale di Matera dove si è recato per l'acutizzarsi dei dolori al braccio".

SAPPE: UN'AGGRESSIONE ANNUNCIATA
"Questa e' un'aggressione annunciata, l'ennesimà: lo ha detto, in un comunicato, Donato Capece, segretario generale del Sindacato autonomo polizia penitenziaria (Sappe), riferendosi all'aggressione subita ieri, a Matera, da alcuni agenti di Polizia penitenziaria.
"Il grave fatto - ha proseguito Capece - avviene a poche ore da altre aggressioni avvenute a Lecce e ripropone drammaticamente all'ordine del giorno la questione della sicurezza individuale dei Baschi Azzurri in servizio nelle carceri del Paese, penitenziari sovraffollati e caratterizzati da una grave carenza di poliziotti pari ad oltre quattromila unità. Servono risposte certe e urgenti da parte dell'Amministrazione penitenziaria".
"Confidiamo - ha aggiunto il sindacalista - nella sensibilità del Capo del Dap, Ettore Ferrara, perchè convochi al più presto i sindacati del Corpo per un esame di questa grave ed ennesima criticità penitenziaria. Per ora - ha concluso Capece - esprimo ai colleghi aggrediti e a tutto il personale del carcere di Matera la nostra solidarietà e vicinanza".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie