Domenica 17 Gennaio 2021 | 22:55

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl caso
Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

 
LecceL'incidente
Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

 
BariL'appello
Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

 
PotenzaIl personaggio
Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

Indagato anche il Pecoraro senatore

Nel fascicolo trasmesso dalla Procura di Potenza a quella di Roma, oltre al ministro dell'Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio, ci sarebbe suo fratello Marco. Anche per lui come per il ministro, il pm Henry John Woodcock ipotizzerebbe i reati di associazione a delinquere finalizzata a compiere delitti contro la pubblica amministrazione e corruzione. Lui - che è senatore Verde e vicepresidente della Commissione industria, commercio e turismo di Palazzo Madama - ha però smentito responsabilità
Indagato anche il Pecoraro senatore
POTENZA - Si allunga la lista degli indagati del pm Henry John Woodcock nel fascicolo trasmesso due giorni fa dalla procura di Potenza a quella di Roma. Nell'inchiesta, oltre al ministro dell'Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio, sarebbe coinvolto suo fratello Marco, senatore Verde e vicepresidente della Commissione industria, commercio e turismo di Palazzo Madama. Marco Pecoraro Scanio Anche per lui come per il ministro la procura potentina ipotizzerebbe i reati di associazione a delinquere finalizzata a compiere delitti contro la pubblica amministrazione e corruzione. Pecoraro junior ha replicato seccamente alla notizia, rivelata da qualche quotidiano questa mattina: affermata subito la sua "totale estraneità" ai fatti e smentito "qualsiasi rapporto di natura affaristica con tutti i soggetti che compaiono nelle cronache giornalistiche", il fratello del ministro si è detto "sorpreso" della stessa esistenza dell'indagine, e ancora di più della "facilità con cui fuggono informazioni da ambienti dove la riservatezza è d'obbligo". E sulla fuga di notizie relativa all'inchiesta di Woodcock il procuratore capo di Roma, Giovanni Ferrara, ha aperto un fascicolo. A Piazzale Clodio, intanto, stanno per essere iscritti nel registro degli indagati i nomi finiti nell'inchiesta di Potenza. Un atto dovuto dopo che per competenza territoriale il fascicolo è stato trasmesso alla procura di Roma. Aprendo il fascicolo la procura ha ribadito le ipotesi di reato già formulate dal magistrato di Potenza e cioè associazione per delinquere e corruzione.

SPUNTA TESTIMONE CHIAVE, SPARTIZIONI COME NELLA VECCHIA DC
I 12 faldoni dell'indagine sono all'esame del procuratore capo Ferrara per stabilire se ci siano aspetti di competenza del Tribunale dei ministri al quale gli atti saranno poi trasmessi entro 15 giorni. Attraverso questo esame la procura di Roma dovrà anche stabilire se vi siano atti di competenza della magistratura della Capitale e, in caso contrario, se parte del carteggio debba essere restituito al mittente. Per il momento il Capo dell'Ufficio Ferrara rimane titolare del fascicolo, ma è previsto che la settimana prossima possa nominare un sostituto esperto in materia di pubblica amministrazione. Intanto, gli investigatori starebbero lavorando per definire con sempre maggiore chiarezza il quadro di un'inchiesta complessa, che presenta diversi filoni, e che si basa sulla corposa mole di intercettazioni agli, ma anche su una serie di testimonianze. Anzi, un testimone chiave dell'inchiesta avrebbe affermato che la presunta organizzazione aveva messo in piedi un sistema che ricordava le spartizioni della vecchia Democrazia Cristiana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie