Domenica 17 Gennaio 2021 | 17:17

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, il centrocampista Maita torna negativo

Bari calcio, il centrocampista Maita torna negativo

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggianel foggiano
San Severo, aggredito blogger e incendiata la sua auto: indaga la polizia

San Severo, aggredito blogger e incendiata la sua auto: indaga la polizia

 
ItaliaL'evento
Il Covid non ferma la Fiera del Fischietto di Rutigliano: onorata con un flash mob sui balconi

Il Covid non ferma la Fiera del Fischietto di Rutigliano: onorata con un flash mob sui balconi

 
PotenzaNel Potentino
Avigliano: in una Rsa inaugurata la prima tenda degli abbracci della Basilicata

Avigliano: in una Rsa inaugurata la prima tenda degli abbracci della Basilicata

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
LecceL'evento
La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

Omicidio a Melfi

La notte scorsa alle 23, Giancarlo Tetta, pregiudicato di 39 anni, stava entrando in macchina quando è stato colpito da sei colpi di pistola, cinque al viso e uno al torace.
Due le piste seguite dalla Polizia nelle indagini: regolamento di conti tra appartenenti a clan rivali della malavita locale o un delitto passionale. Sull'asfalto c'era un revolver con la matricola abrasa
Omicidio a Melfi
MELFI (POTENZA) - Un regolamento di conti tra appartenenti a clan rivali della malavita locale o un delitto passionale: sono queste le due principali ipotesi su cui la Polizia sta indagando per scoprire le cause dell'omicidio di Giancarlo Tetta, pregiudicato di 39 anni, ucciso con alcuni colpi di pistola sparati da breve distanza da un sicario la notte scorsa a Melfi (Potenza).
Il delitto è avvenuto in una zona periferica, nei pressi di un'abitazione dalla quale l'uomo era appena uscito. Intorno alle ore 23, Tetta stava per entrare nella sua automobile, quando è stato colpito da sei colpi di pistola, cinque al viso e uno al torace. Sul luogo dell'omicidio sono stati trovati altri due bossoli e, a qualche metro di distanza dal cadavere, una pistola, un revolver con il numero di matricola di cancellato: non è stato ancora accertato se appartenesse allo stesso Tetta o ai suoi killer.
Poco dopo l'omicidio, i Carabinieri hanno ritrovato in una zona di campagna, nei pressi dell'uscita Melfi nord della strada statale che da Potenza conduce a Foggia, anche una Fiat Croma bruciata, che forse è stata utilizzata dai sicari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie