Martedì 19 Gennaio 2021 | 17:19

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'iniziativa
Bari, l'Accademia delle Belle Arti nell'ex Caserma Rossani: al via il progetto da 1 mln

Bari, l'Accademia delle Belle Arti nell'ex Caserma Rossani: al via il progetto da 1 mln

 
Foggiaparto record
Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

 
TarantoLa protesta
Scuola e Covid, a Taranto gli studenti sigillano simbolicamente ingressi degli istituti

Scuola e Covid, a Taranto gli studenti sigillano simbolicamente ingressi degli istituti

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 
PotenzaLa pandemia
Basilicata, più vaccini agli anziani: la proposta è di partire dagli over 75

Basilicata, più vaccini agli anziani: la proposta è di partire dagli over 75

 
Brindisila denuncia
Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

Screening anti-tumori per donne detenute in Basilicata

Ed oggi il direttore generale del Dipartimento Salute accompagnerà, presso l´istituto penitenziario di Potenza, il personale sanitario per dare attuazione anche in carcere al progetto "Basilicata Donna"
Screening anti-tumori per donne detenute in Basilicata
POTENZA - Con il protocollo d´intesa stipulato tra Regione Basilicata e ministero di Giustizia, l'amministrazione regionale si è impegnata ad assicurare l´assistenza sanitaria anche alle persone sottoposte a misure penali. In particolare il Dipartimento Salute ha programmato una serie di attività tese ad assicurare alle donne detenute presso la casa circondariale di Potenza gli stessi livelli di assistenza previsti per quelle libere. Ed oggi il direttore generale del Dipartimento Salute accompagnerà, presso l´istituto penitenziario di Potenza , il personale sanitario individuato per dare attuazione anche in carcere al progetto "Basilicata Donna", un programma di screening gratuito per la prevenzione del cancro della mammella e del tumore del collo utero.
«Il 2008 - ha affermato l´assessore regionale alla Sanità, Antonio Potenza - è un anno particolarmente importante per la medicina penitenziaria, in quanto dovrebbe concludersi l'iter del decreto legislativo che regola il trasferimento delle competenze sanitarie in carcere dal ministero della Giustizia al Servizio Sanitario Nazionale quindi alle Regioni e alle Asl. Proprio in previsione del passaggio della medicina penitenziaria dal compartimento del ministero della Giustizia a quello della Salute, il Dipartimento Sanità ha provveduto alla stesura di un disciplinare tecnico per la regolamentazione dell´assistenza sanitaria penitenziaria in Basilicata». Il documento verrà presentato durante un seminario che si terrà l'8 marzo presso la casa circondariale di Potenza.

«Con l'esecuzione degli screening oncologici per il tumore al seno e al collo dell'utero, anche quest'anno il Progetto 'Basilicata Donna' ha coinvolto le detenute della Casa circondariale di Potenza. Le strumentazioni in dotazione alla Centrale operativa presso l'ospedale San Carlo sono state portate all'interno della struttura carceraria, dove medici specialisti (senologo e ginecologa), un'ostetrica e un tecnico di radiologia hanno provveduto ad effettuare il pap test e la mammografia alle donne in regime di restrizione, che hanno accettato di sottoporsi volontariamente agli esami».

«Nei prossimi mesi - ha spiegato il direttore generale del Dipartimento alla Salute, Rocco Rosa - diventeranno più concreti ed efficaci gli interventi che la Regione Basilicata programmerà in materia sanitaria nei confronti dei detenuti. Sta per concludersi, infatti, l'iter che sancisce il passaggio della sanità penitenziaria al sistema sanitario nazionale. L'assistenza sanitaria penitenziaria sarà meglio articolata - ha continuato Rosa - con un disciplinare tecnico, che conterrà le linee guida per le attività previste all'interno delle varie strutture penitenziarie. A rendere operativo il disciplinare saranno le Asl territorialmente competenti che stipuleranno intese con gli istituti».
«Cerchiamo di favorire tale iniziativa che da diversi anni - ha detto il direttore della casa circondariale di Potenza, Michele Ferrandina - si ripete con la collaborazione di tutto il personale che opera nella struttura. E' un momento importante perchè le detenute presenti nel nostro istituto hanno la possibilità di verificare l'attenzione delle istituzioni nei loro confronti. Un'iniziativa che ben rientra nello spirito dell'ordinamento penitenziario e che ha una valenza naturalmente di grande importanza per la prevenzione sanitaria».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie