Domenica 24 Gennaio 2021 | 23:08

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

 

NEWS DALLE PROVINCE

Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Foggiala tragedia
San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: due le persone morte

San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: il bilancio è di due morti

 
Leccela polemica
Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

 
MateraIl mistero
Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 
Baricontagi coronavirus
Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

 
Potenza«silver economy»
Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

 

i più letti

Potenza - Due proiettili alla "Gazzetta"

Erano contenuti in una busta con lettera anonima, recapitata a mano nella buca della posta della redazione in piazza Mario Pagano. Avvisata la Polizia. La solidarietà della società civile
Potenza - Due proiettili alla "Gazzetta"
La Gazzetta del Mezzogiorno POTENZA - Una lettera anonima contenente anche due proiettili è stata recapitata stamani alla redazione di Potenza della "Gazzetta del Mezzogiorno": il plico è ora all'esame della Polizia.
La busta, di colore bianco, è stata trovata nella buca delle lettere dal responsabile della redazione, Mimmo Sammartino: il giornalista, accortosi che si trattava di una lettera anonima, l'ha prelevata con accortezza ed ha subito avvertito la Polizia. La busta non è stata spedita per posta, ma è stata recapitata da una persona. La redazione di Potenza della "Gazzetta del Mezzogiorno" si trova in piazza Mario Pagano, nel cuore del centro storico della città.

• L'Ordine dei Giornalisti della Basilicata e l'Associazione della Stampa, in una nota, hanno espresso «solidarietà ai colleghi di Potenza della Gazzetta del Mezzogiorno per il grave atto intimidatorio perpetrato nei loro confronti».
«Questa mattina - è scritto nel comunicato - nella cassetta postale è stata trovata una busta contenente un foglio con su scritto un messaggio minatorio e due proiettili. Un atto gravissimo che tende a ledere la libertà di stampa e di opinione e che si colloca nel clima torbido che sta caratterizzando il paese. Un clima che vede sempre più i giornalisti essere oggetto di violenti attacchi e di oscure e preoccupanti minacce come quelle giunte nei giorni scorsi ai direttori di alcune tra le principali testate italiane».

• Il presidente della Giunta regionale della Basilicata, Vito De Filippo, ha espresso alla redazione di Potenza della "Gazzetta del Mezzogiorno" «profonda solidarietà per il vile gesto di cui oggi è stata oggetto» ed ha manifestato «sentimenti di sdegno e di riprovazione per le inaccettabili minacce che vanno condannate con forza e determinazione perché attentano alla sicurezza delle persone e alla serenità di una comunità».
«L'episodio è ancora più grave - ha aggiunto il Governatore - perché coinvolge un giornale da sempre impegnato nel comunicare informazioni di interesse generale, espresse in buona fede, sulla base di fatti esatti e fornite nel rispetto dell'etica giornalistica. Ricorrere all'anonimato e alle misere intimidazioni per tentare di bloccare la libera espressione delle idee, costituzionalmente garantita a tutti i cittadini, è puro esercizio di violenza che - ha concluso De Filippo - non può attecchire in una regione, che vanta gloriosa storia di libertà, di democrazia e di civile confronto».

• «Le minacce che continuano ad arrivare sotto forma di proiettili a giornali e giornalisti paiono sempre meno gesti di qualche pazzo criminale e sempre più operazioni torbide e inquietanti», dice Franco Siddi, segretario della Federazione Italiana della Stampa.
«I proiettili arrivati oggi alla redazione di Potenza della Gazzetta del Mezzogiorno, dopo le minacce arrivate al Sole 24 Ore, Corriere della Sera, Repubblica, al Quotidiano e all'Ora di Calabria e a tanti altri organi di informazione che talvolta non hanno neanche denunciato il fatto - aggiunge Siddi - fanno emergere il filo di una trama oscura troppo orientata nelle radici originarie intorno a località in cui sono emersi misfatti pubblici molto rilevanti o dove sono in corso inchieste giudiziarie che hanno messo a rumore mondi importanti della politica, della finanza, della pubblica amministrazione».
«Tutto ciò - continua Siddi - richiede accanto ad un'opera di tutela del lavoro dei giornalisti e della libera attività degli organi di stampa adeguate iniziative investigative capaci di fare chiarezza su questi fenomeni intollerabili in un paese civile. La solidarietà ai colleghi della Gazzetta del Mezzogiorno è quindi unita alla pressante richiesta alle istituzioni competenti di fare di più e presto per stroncare questi disegni criminali e soprattutto per ripulire l'aria intossicata che sta dietro queste minacce oscure».

• La Giunta esecutiva dell'Unione nazionale cronisti italiani esprime "solidarietà" ai colleghi della redazione de "La Gazzetta del Mezzogiorno" di Potenza ai quali è stata recapitata una busta con un messaggio di minacce ed un proiettile.
"Ancora una volta - sottolinea l'Unione cronisti - si vuole intimidire la stampa attraverso un gesto vile, criminoso. Respingiamo l'ennesimo episodio rivolto al mondo dell'informazione e siamo al fianco dei colleghi lucani che quotidianamente sono impegnati con professionalità ad informare i lettori con resoconti puntuali e liberi da condizionamenti".

• Il Comitato di redazione della Gazzetta del Mezzogiorno esprime in un comunicato "piena solidarietà ai colleghi della redazione di Potenza, oggetto di un atto di intimidazione che preoccupa seriamente l'intero corpo redazionale, purtroppo non nuovo a situazioni di questo genere".
"Il tentativo di qualcuno che si nasconde dietro l'anonimato - afferma il sindacato riferendosi ai due proiettili fatti recapitare stamane alla redazione di Potenza del quotidiano - di condizionare il lavoro dei giornalisti della 'Gazzettà è da condannare sotto tutti i punti di vista e non servirà certo a sminuire l'impegno di chi, talvolta anche rischiando in prima persona, si occupa di vicende molto delicate dietro le quali possono nascondersi interessi di vario genere".
Il cdr "è vicino ai colleghi della redazione di Potenza nella speranza che gli inquirenti possano chiarire quanto prima ogni aspetto di questa inquietante vicenda".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie