Martedì 19 Gennaio 2021 | 03:30

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barile indagini
Bari, inchiesta escort: in 5 rischiano processo per falsa testimonianza su serate con Berlusconi

Bari, inchiesta escort: in 5 rischiano processo per falsa testimonianza su serate con Berlusconi

 
Lecceoperazione dei CC
Racale, in due circostanze tenta rapina con arma giocattolo: fugge a mani vuote e viene arrestato

Racale, in due circostanze tenta rapina con arma giocattolo: fugge a mani vuote e viene arrestato

 
Brindisila denuncia
Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

 
Tarantocontrolli del CC
Taranto, tentano di entrare in Tribunale con coltelli e tirapugni: 5 denunciati

Taranto, tentano di entrare in Tribunale con coltelli e tirapugni: 5 denunciati

 
Covid news h 24prevenzione
Foggia, oltre 2.500 operatori sanitari sottoposti a vaccino anti Covid

Foggia, oltre 2.500 operatori sanitari sottoposti a vaccino anti Covid

 
Potenzala protesta
Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

 
MateraControlli della polizia
Pisticci, in auto con con la droga: arrestati due giovani pusher

Pisticci, in auto con la droga: arrestati due giovani pusher

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

Potenza - Il Pm Genovese chiede il trasferimento

Secondo "abbandono" al Tribunale del capoluogo lucano, dopo la decisione del Procuratore capo di lasciare la carica direttiva. Le due iniziative sono state comunicate al Consiglio superiore della magistratura, nel corso del procedimento disciplinare nato da un'inchiesta penale condotta dalla magistratura di Catanzaro
Potenza - In senso orario da sinistra in alto: Galante, Granese, Genovese e Montemurro ROMA - Con il procuratore Giuseppe Galante potrebbe uscire di scena al Csm un altro dei magistrati di Potenza coinvolti nell'inchiesta di Catanzaro e per i quali la Prima Commissione ha deliberato la procedura di trasferimento d'ufficio per incompatibilità ambientale: si tratta del sostituto procuratore Felicia Genovese, che oggi ha comunicato a Palazzo dei marescialli la sua intenzione di lasciare la procura di Potenza.
Il magistrato che è finito all'attenzione del Consiglio superiore per il suo rapporto conflittuale con il collega Vincenzo Montemurro - anch'egli sotto procedura trasferimento d'ufficio per la stessa ragione - ha chiesto di essere destinata alla Corte d'appello di Bari o in alternativa a quella di Bologna o Reggio Calabria, con funzione di consigliere. Se accolta, la sua richiesta determinerà l'archiviazione della procedura d'ufficio.
Genovese - che a Catanzaro è accusata di abuso d'ufficio - è stata ascoltata stamattina dalla Prima Commissione che ha sentito anche Montemurro: al centro dell'audizione il loro rapporto contrastato. All'origine una vecchia vicenda, le accuse rivolte nel 1999 dall'ex collaboratore di giustizia Gennaro Cappiello a Genovese e a suo marito Michele Cannizzaro in relazione alla scomparsa della studentessa Elisa Claps e all'omicidio di una coppia di potentini Francesco Gianfredi e Patrizia Santarsiero. Quelle accuse, oggetto di un'indagine della Procura di Salerno, vennero archiviate nel 2001. Cannizzaro e Genovese presentarono allora denuncia per calunnia nei confronti di Cappiello, ma - ha lamentato oggi Genovese davanti al Csm - Montemurro iscrisse nel registro degli indagati l'ex pentito solo nel 2004. Un comportamento, quello del collega, a suo avviso «scorretto».
Montemurro ha replicato negando che da parte sua ci sia mai stata alcuna inerzia; e spiegando che i tempi lunghi sono stati legati al fatto che ha ereditato l'indagine da un altro collega. Una tesi che sarà suffragata anche da una memoria scritta che il suo «difensore» nella procedura davanti al Csm, il procuratore generale di Torino Giancarlo Caselli, presenterà nei prossimi giorni.
Sia Genovese- che era difesa dall'ex consigliere del Csm Giuseppe Mammome- sia Montemurro hanno, per lo meno a parole, ridimensionato la portata del loro conflitto, escludendo che abbia mai avuto ripercussioni sulla funzionalità della procura di Potenza. Ma l'impressione riportata dai consiglieri è che il contrasto sia tutt'altro che sopito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie