Sabato 23 Gennaio 2021 | 15:17

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl virus
Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

 
BariIl virus
Covid 19 nel Barese, quasi 3mila tamponi in 25 scuole: 9 i positivi

Covid 19 nel Barese, quasi 3mila tamponi in 25 scuole: 9 i positivi

 
HomeIl caso
Racale, lancia dal balcone bombola del gas su auto con a bordo moglie e figlia: arrestato

Racale, lancia dal balcone bombola del gas su auto con a bordo moglie e figlia: arrestato

 
MateraOmicidio
Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: gravemente ferito un altro

Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: è un ingegnere di 46 anni. Gravemente ferito un altro

 
TarantoLa decisione
Un tarantino ai vertici dei servizi segreti, nominato da Conte l'ammiraglio Massagli

Un tarantino ai vertici dei servizi segreti, nominato da Conte l'ammiraglio Massagli

 
BatL'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
BrindisiL'inchiesta
Fasano, maxi-truffe on line scoperta su scala nazionale: rinviato a giudizio

Fasano, maxi-truffe on line scoperte su scala nazionale: rinviato a giudizio imprenditore

 

i più letti

Dalla Nigeria una telefonata: «sto bene»

Mimmo Russo, il tecnico lucano ostaggio ha chiamato la famiglia. Ieri i sequestratori: «tratterremo gli uomini sino a maggio». La moglie del secondo tecnico lancia un appello
BERNALDA (MATERA) - Cosma «Mimmo» Russo, uno dei due ostaggi italiani in Nigeria, ha telefonato stamani alla moglie Annamaria nella sua casa di Bernalda (Matera). Lo ha reso noto la stessa donna.
«Mimmo ha chiamato verso le 8,30 - ha spiegato Annamaria -. Ha detto che lui e gli altri stanno bene, ma che sono stanchi. Sanno che c'è il viceministro degli Esteri Franco Danieli in Nigeria e sperano di tornare a casa con lui».
«Ho sentito al telefono anche l'altro ostaggio, Francesco Arena - aggiunge Annamaria - che diceva di fare presto».

APPELLO A GOVERNI DALLA MOGLIE DI ARENA
«Mi rivolgo al governo italiano, al governo nigeriano e ai sequestratori, affinché ognuno di loro faccia la propria parte». Comincia così un appello che Angela Fiaccabrino, la moglie di uno dei tecnici Eni sequestrati in Nigeria, Francesco Arena, di Gela (Caltanissetta), ha rivolto stamani attraverso l'ANSA.
«So che il governo italiano continua a lavorare - prosegue la donna, che finora aveva evitato di parlare con i media - ma chiedo che faccia uno sforzo ulteriore e più incisivo, che possa portare al più presto alla liberazione, prima che succeda l'irreparabile in quell'accampamento militare pericoloso».
«Esorto il governo nigeriano ed il Mend - ha proseguito Fiaccabrino - ad essere ragionevoli, a fare uno sforzo per arrivare ad un punto d'accordo. Vi ricordo che quegli uomini che sono in ostaggio fanno dei sacrifici, lasciano le proprie famiglie e vanno in Nigeria soltanto per lavorare onestamente e duramente».
«Mio marito è stato sempre stimato all'estero - ha concluso la donna - perché ha capito la realtà dei paesi africani, mentre adesso si ritrova a soffrire l'inferno. Tutta la società civile vi sarà grata se farete ritornare questi padri di famiglia a casa, fra i propri cari».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie