Lunedì 25 Gennaio 2021 | 08:48

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barialla guida dell'arcidiocesi
Bari, è il giorno di Monsignor Satriano: alle 17 la prima messa in Cattedrale

Bari, è il giorno di Monsignor Satriano: alle 17 la prima messa in Cattedrale

 
Materanel Materano
Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

 
Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Foggiala tragedia
San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: due le persone morte

San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: il bilancio è di due morti

 
Leccela polemica
Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 
Potenza«silver economy»
Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

 

i più letti

Montezemolo tiene a battesimo Confindustria Basilicata

Il presidente del nuovo organismo associativo è Attilio Martorano, di Confindustria Potenza. L'iniziativa nel quadro della semplificazione delle sigle associative • «Le imprese protagoniste della ripresa»
POTENZA - Tappa in Basilicata per il presidente di Confindustria, Luca Cordero di Montezemolo. Ha tenuto a battesimo la nascita di Confindustria Basilicata, la fusione tra le sedi provinciali dell'associazione degli industriali di Potenza e di Matera e dell'associazione regionale. Il presidente del nuovo organismo associativo è Attilio Martorano, presidente di Confindustria Potenza. L'iniziativa rientra nel quadro della semplificazione nella geografia delle sigle associative confindustriali. «A Potenza è avvenuto nei fatti quello che auspicavo da tempo in Confindustria - ha detto Montezemolo ai giornalisti - cioè la riunificazione in un unico ente, che è Confindustria Basilicata, di Matera, Potenza e dell'associazione regionale. E' un segnale forte che mi auguro venga imitato anche da altre realtà confindustriali". E' stato inoltre siglato un accordo di collaborazione tra Confindustria, Confindustria Basilicata e Assomineraria in considerazione dell'importanza della regione per i giacimenti petroliferi. Sempre in mattinata Montezemolo ha fatto visita allo stabilimento Sata della Fiat a Melfi dove lavorano 5 mila persone e si produce la Grande Punto. Il presidente di Confindustria e della Fiat si è detto "entusiasta" dell'azienda lucana per qualità, competenza ed efficienza.
Successivamente Montezemolo si è trasferito a Matera dove ha inaugurato la Comer Industries, azienda del settore della meccatronica di Cavriago (Reggio Emilia), che ha aperto un opificio nella zona industriale di La Martella a Matera con un investimento complessivo di 20 milioni di euro, di cui 12 di contributo pubblico nell'ambito del programma regionale Matera-Treviso per la delocalizzazione di aziende dell'Italia settentrionale. Montezemolo a Matera partecipa anche ad un seminario sul sistema Basilicata.

«Credo che mai come in questo momento questo Paese debba unire gli sforzi, guardare molto più a quello che ci unisce che a quello che ci divide e guardare soprattutto a quello che il Paese, il Sud in particolare, vogliamo che sia fra dieci o 15 anni perché le scelte o le non scelte di oggi le pagheremo tra 10-15 anni»: lo ha detto nel pomeriggio a Matera il Presidente di Confindustria, Luca Cordero di Montezemolo, inaugurando lo stabilimento Comer Industries Components.
«Io credo - ha aggiunto il leader di Confindustria - che abbiamo di fronte una grande sfida nelle capacità del Sud di attrarre investimenti per un territorio che chiede di essere messo nelle condizioni di poter fare il proprio lavoro. No a incentivi a fondo perduto, no ad accordi con intermediari della politica, sì a condividere poche fondamentali scelte per il futuro del Mezzogiorno: riforma della pubblica amministrazione, poche e fondamentali infrastrutture interregionali, tempi della giustizia civile, accordi con l'Università, con i centri di eccellenza che possono trasferire alle imprese sul territorio i loro saperi per le capacità di crescita. Concludo con un invito rispettoso delle istituzioni: abbiamo bisogno di avere meno presenze del pubblico sul territorio non possiamo avere una crescita esponenziale in tutta Italia con aziende a controllo pubblico che fanno concorrenza ai privati, che tolgono alle capacità imprenditoriali una grande capacità di crescita».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie