Domenica 24 Gennaio 2021 | 05:00

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariBurrasca in arrivo
Maltempo nel Barese, scatta da domani allerta arancione per forte vento

Maltempo nel Barese, scatta da domani allerta arancione per forte vento

 
BrindisiIl caso
Presunti abusi al porto di Brindisi: 12 richieste a processo

Presunti abusi edilizi nel porto di Brindisi: chiesto il processo per 12 persone

 
LeccePuglia, cinema e tv
Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

 
TarantoIl caso
Taranto, poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati medici

Poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati i medici

 
FoggiaIl virus
Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

 
MateraOmicidio
Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: gravemente ferito un altro

Rotondella, uomo ucciso a coltellate: è un ingegnere di 46 anni. Gravemente ferito netturbino 45enne

 
BatL'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 

In "malattia", gioca a calcio: licenziato

Protagonista un operaio 24enne - sposato e padre di una bimba di 5 mesi - che lavorava per un'azienda dell'indotto della Fiat di Melfi, la "Proma". In corso una mediazione sindacale
pallone POTENZA - Ha disputato una partita di calcio durante un periodo di assenza dal lavoro per infortunio, ma la stampa ha dato risalto alla sua prestazione in campo (con due gol segnati) e i dirigenti dell'azienda lo hanno scoperto, licenziandolo. È accaduto ad un giovane operaio della "Proma" di San Nicola di Melfi (Potenza), azienda dell'indotto Fiat.
Della vicenda, pubblicata oggi dal "Quotidiano", si è discusso nel corso di un incontro tra l'azienda e i responsabili delle tre sigle sindacali. L'operaio il 4 gennaio ha ricevuto a casa, secondo i sindacati, il provvedimento di sospensione cautelare. Il 9 gennaio, alla ripresa del lavoro dopo la pausa natalizia, il giovane si è recato in fabbrica, ma è stato fermato davanti ai cancelli, perché licenziato, e rimandato a casa.
I colleghi di lavoro, venuti a conoscenza del provvedimento, hanno indetto due giorni di sciopero (il 9 e il 10 gennaio) in segno di solidarietà: «Non siamo entrati nel merito del giudizio dell'azienda - ha spiegato il segretario provinciale della Uilm Potenza, Vincenzo Tortorelli - ma abbiamo guardato al lato umano, di un giovane di 24 anni sposato da poco e con una figlia di cinque mesi».
Secondo l'amministratore delegato dell'Acm (società consortile che raggruppa le fabbriche dell'indotto Fiat), Augusto Giambanco. «la legge prevede l'immediato licenziamento, pratica avviata dalla Proma, e l'operaio è stato rimandato a casa nel rispetto delle norme».
I sindacati hanno sospeso lo sciopero in fabbrica in attesa di un incontro con i rappresentanti della "Proma", che si è svolto oggi a Caserta: «Al termine della riunione - ha spiegato Tortorelli - l'azienda, per risolvere la vicenda, ha proposto all'operaio di dare le dimissioni con l'aggiunta di un incentivo, oppure un posto di lavoro diverso in una fabbrica che non fa parte del gruppo. Ne parleremo con il giovane lunedì prossimo, nel corso di un'assemblea che organizzeremo nello stabilimento di San Nicola».
Diversa la posizione dell'Acm: «Il provvedimento di licenziamento rimane - ha sottolineato Giambanco - questo è sicuro. Se l'operaio vuol dare le dimissioni, va bene, vuol dire che la vicenda non peserà sul suo curriculum. Ma al massimo l'azienda può dare un piccolo sostegno al ragazzo, almeno fino a quando non trova un lavoro, per aiutarlo dal punto di vista umano».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie