Martedì 14 Luglio 2020 | 03:20

Il Biancorosso

calcio
Bari-Ternana 1-1 Biancorossi in semifinale play-off

Bari-Ternana 1-1 Biancorossi in semifinale play-off

 

NEWS DALLE PROVINCE

Bariil decreto
Petruzzelli Bari, ministro Franceschini ratifica nomina sovrintendente Biscardi

Petruzzelli Bari, ministro Franceschini ratifica nomina sovrintendente Biscardi

 
TarantoProroga cig
Mittal Taranto, incontro azienda-sindacati Usb: «Nessuna prospettiva»

Mittal Taranto, incontro azienda-sindacati Usb: «Nessuna prospettiva»

 
Lecceil rogo
Gallipoli, vasto incendio vicino Lido Conchiglie, in azione canadair

Gallipoli, vasto incendio vicino Lido Conchiglie, in azione canadair

 
PotenzaTragedia sfiorata
Potenza, si ribalta autoarticolato carico di legname: conducente salvo per miracolo

Potenza, si ribalta autoarticolato carico di legname: conducente salvo per miracolo

 
Bat5 anni fa la tragedia
BAT, Flai e Cgil ricordano Paola Clemente vittima di caporalato

BAT, Flai e Cgil ricordano Paola Clemente vittima di caporalato

 
Materain zona san pardo
Matera, gestiva un'officina di riparazioni auto e moto totalmente abusiva: scoperto dai cc

Matera, gestiva un'officina di riparazioni auto e moto totalmente abusiva: scoperto dai cc

 
BrindisiTrasporti
Brindisi, «Disservizi per navi e passeggeri. Si apra tavolo di concertazione»

Brindisi, stagione crocieristica: dopo luglio cancellati anche attracchi di agosto

 

i più letti

Maltrattamenti a scuola una delle due maestre può tornare a insegnare

POTENZA – Il tribunale del riesame di Potenza, presieduto da Gerardina Romaniello, ha annullato la sospensione dall’insegnamento per Rosa Fiscina, di 59 anni, una delle due insegnanti coinvolte nell’inchiesta su presunti maltrattamenti in una scuola elementare di Caselle in Pittari (Salerno), e ha modificato la misura degli arresti domiciliari con il divieto di avvicinamento all’istituto scolastico e ai luoghi frequentati dai bambini per Rina Lovisi (55 anni)​
Maltrattamenti a scuola una delle due maestre può tornare a insegnare
POTENZA – Il tribunale del riesame di Potenza, presieduto da Gerardina Romaniello, ha annullato la sospensione dall’insegnamento per Rosa Fiscina, di 59 anni, una delle due insegnanti coinvolte nell’inchiesta su presunti maltrattamenti in una scuola elementare di Caselle in Pittari (Salerno), e ha modificato la misura degli arresti domiciliari con il divieto di avvicinamento all’istituto scolastico e ai luoghi frequentati dai bambini per Rina Lovisi (55 anni).

Le due misure furono emesse dal gip di Lagonegro (Potenza) lo scorso 23 maggio in seguito alle indagini dei Carabinieri, che utilizzarono alcune telecamere per riprendere quanto accadeva nella scuola del piccolo centro del Salernitano: «Siamo soddisfatti per l’esito dell’udienza – ha detto l’avvocato Franco Maldonato, legale di Fiscina – ma resta l’amarezza per l'aver segnalato fin dal primo momento la nullità della misura». Le indagini erano cominciate in seguito alle segnalazioni dei genitori di alcuni alunni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie