Mercoledì 13 Novembre 2019 | 06:31

Il Biancorosso

serie c
Vivarini e il «modulo cangiante»: così il Bari diventa un'orchestra

Vivarini e il «modulo cangiante»: così il Bari diventa un'orchestra

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatPalazzo Della Marra
Maltempo a Barletta, si stacca pezzo di cornicione a Pinacoteca

Maltempo a Barletta, si stacca pezzo di cornicione a Pinacoteca

 
BrindisiIl vertice
Bomba a Brindisi, piano evacuazione per 50mila persone: c'è anche il carcere

Bomba a Brindisi, piano evacuazione per 50mila persone: c'è anche il carcere

 
TarantoL'inchiesta
Ilva, pm Milano chiede archiviazione accuse per fascicolo-madre sui Riva

Ilva, pm Milano chiede archiviazione accuse per fascicolo-madre sui Riva

 
Lecceil film Disney
Giuliano Sangiorgi nella colonna sonora di Frozen 2

Giuliano Sangiorgi nella colonna sonora di Frozen 2

 
BariLe iniziative
Bari, un giardino e il videomapping: l'Amgas prepara il Natale

Bari, un giardino e il videomapping: l'Amgas prepara il Natale

 
Foggianel Foggiano
S.Giovanni Rotondo, terapia innovativa su 22 bambini affetti da paralisi cerebrale

S.Giovanni Rotondo, terapia innovativa su 22 bambini affetti da paralisi cerebrale

 
Potenzala visita
Ministro Lamorgese a Potenza: «Reati diminuiti, ma vigiliamo»

Ministro Lamorgese a Potenza: «Reati diminuiti, ma vigiliamo»

 
Materameteo
Maltempo, tromba d'aria nel Materano, scuole chiuse

Maltempo, tromba d'aria nel Metapontino, acqua a fiumi per le strade. Domani scuole aperte

 

i più letti

Basilicata transito per le «ecomafie»

POTENZA – La Basilicata “si conferma terra di transito” di traffici illeciti di rifiuti, “architettati in altre regioni”, e “non mancano i casi di grandi discariche illegali” scoperte nei terreni lucani: ma “nei numeri la Basilicata, pur scalando la classifica delle illegalità ambientali in termini relativi alle altre regioni, vede diminuire il numero di infrazioni in valore assoluto, nel 2012 erano 952 rispetto alle 821 del 2013”. E' quanto è emerso da “Ecomafia 2014”
Basilicata transito per le «ecomafie»
POTENZA – La Basilicata “si conferma terra di transito” di traffici illeciti di rifiuti, “architettati in altre regioni”, e “non mancano i casi di grandi discariche illegali” scoperte nei terreni lucani: ma “nei numeri la Basilicata, pur scalando la classifica delle illegalità ambientali in termini relativi alle altre regioni, vede diminuire il numero di infrazioni in valore assoluto, nel 2012 erano 952 rispetto alle 821 del 2013”. E' quanto è emerso da “Ecomafia 2014”, il rapporto realizzato da Legambiente. Nel testo viene ricordata, ad esempio, l’indagine “Black land’': i rifiuti, “dopo un vorticoso giro tra Campania e Puglia – ha spiegato Legambiente - venivano smaltiti anche in aree agricole della provincia di Potenza”.

Una discarica è stata scoperta lo scorso febbraio dalla Guardia di Finanza a Potenza, in località Pian di Zucchero, con 35 tonnellate di rifiuti speciali pericolosi. Nel ciclo dei rifiuti le infrazioni invece sono aumentate leggermente passando da 114 a 126, così come i sequestri effettuati, da 30 nel 2012 a 47 nel 2013. Nel ciclo del cemento non si rilevano inchieste di particolare rilevanza ma dalle attività delle forze di polizia risulta che le infrazioni sono passate da 227 nel 2012 a 245 nel 2013, mentre i sequestri diminuiscono dai 52 del 2012 ai 26 dello scorso anno. A livello nazionale, sono 29.274 le infrazioni accertate nel 2013, principalmente nel settore agroalimentare: ben il 25% del totale, con 9.540 reati, più del doppio del 2012 quando erano 4.173. Il 22% delle infrazioni ha riguardato invece la fauna, il 15% i rifiuti e il 14% il ciclo del cemento. Il fatturato, sempre altissimo nonostante la crisi, ha sfiorato i 15 miliardi di euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie