Domenica 24 Marzo 2019 | 18:50

Il Biancorosso

SERIE D
Palmese - Bari: segui la diretta

Palmese - Bari termina 0-0, biancorossi sempre più vicini alla C 
Rivedi la diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

Lecce
Leuca, intercettata da Gdf barca a vela con 25 migranti

Leuca, intercettata da Gdf barca a vela con 25 migranti

 
TarantoAmbiente
Ex Ilva, Conte : «Sappiamo che il problema di Taranto è serio»

Ex Ilva, Conte : «Sappiamo che il problema di Taranto è serio»

 
FoggiaAnche lei premiata da Mattarella
È Rebecca, 10 anni da Lucera, l'Alfiere della Repubblica più giovane d'Italia

È Rebecca, 10 anni da Lucera, l'Alfiere della Repubblica più giovane d'Italia

 
MateraDroga
Coltivava marijuana in casa: arrestato 40enne nel Materano

Coltivava marijuana in casa: arrestato 40enne nel Materano

 
BrindisiIl caso
Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

 
BatIl caso
Canosa, «Datemi i soldi per la droga» e minaccia gli anziani genitori: arrestato

Canosa, «Datemi i soldi per la droga» e minaccia gli anziani genitori: arrestato

 
Altre notizie HomeTra sacro e profano
Sannicandro di Bari, ecco i pentoloni di ceci per festeggiare San Giuseppe

Sannicandro di Bari, ecco i pentoloni di ceci per festeggiare San Giuseppe

 

Il carcere si «allarga» insorgono i detenuti

MELFI – I detenuti hanno protestato colpendo con le stoviglie le sbarre delle celle, per protestare contro l'allargamento di 100 posti dell’attuale sezione detentiva, che passerebbe da 200 a più di 300 posti senza alcun intervento strutturale
Il carcere si «allarga» insorgono i detenuti
MELFI (Potenza) – I detenuti del carcere di Melfi hanno protestato di nuovo stamani colpendo con le stoviglie le sbarre delle celle, per protestare – ha spiegato il Sindacato autonomo di polizia penitenziaria – “contro l'allargamento di 100 posti dell’attuale sezione detentiva, che passerebbe da 200 a più di 300 posti letto senza alcun intervento strutturale”.

La protesta è avvenuta per la prima volta ieri sera: per circa un’ora le stoviglie sono state sbattute contro le sbarre delle celle. Il segretario generale del Sappe, Donato Capace, ha ricordato la protesta di oggi degli agenti della polizia penitenziaria, “contro un’organizzazione del lavoro assai precaria e insoddisfacente”. Capece ha detto che “l'amministrazione penitenziaria non può restare insensibile e inerme di fronte a questo diffuso e trasversale disagio”.

In una nota, l’Ugl Polizia penitenziaria si è detta “preoccupata” per il significato della protesta nel carcere di Melfi. L’organizzazione sindacale ha detto di aver “percepito un’aria di pericolo per l'implosione, che sarebbe accaduta, viste le condizioni di vivibilità dei ristretti, nonchè del personale che vi opera”.
L'Ugl polizia penitenziaria ha definito “assurda, perchè non vi sono gli spazi idonei previsti”, l’intenzione dell’amministrazione penitenziaria di “collocare altri cento detenuti di una certa pericolosità sociale” nel carcere melfitano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400