Domenica 18 Agosto 2019 | 19:54

Il Biancorosso

Sport
Bari calcio, boom per gli abbonamenti: superati i 5mila tesserati

Bari calcio, boom abbonamenti: superati i 5mila tesserati

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeGuardia costiera
Polignano, stop bagni a Lama Monachile: pericolo nuovi crolli

Polignano, stop bagni a Lama Monachile: pericolo nuovi crolli. L'Ordinanza

 
FoggiaLa polemica
Lega, scoppia il bubbone a Foggia: espulsioni e «sassolini». Arriva il nuovo segretario

Lega, scoppia il bubbone a Foggia: espulsioni e «sassolini». Arriva il nuovo segretario

 
BrindisiIl caso
Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

 
HomeIncidenti stradali
Scontro frontale tra due auto tra Laterza e Ginosa: morto 40enne, 3 feriti

Sangue sulle strade delle vacanze: tre morti a Laterza e Trinitapoli

 
GdM.TVIl ritrovamento
Scanzano Jonico, sulla spiaggia spunta un granchio tropicale

Scanzano Jonico, sulla spiaggia spunta un granchio tropicale

 
PotenzaIl caso
Castelmezzano, Rubano offerte in chiesa: messi in fuga da 2 parrocchiani

Castelmezzano, rubano offerte in chiesa: messi in fuga da 2 parrocchiani

 
NewsweekVacanze vip
Gallipoli, attracca al porto lo yacht dell’emiro del Qatar

Gallipoli, attracca al porto lo yacht dell’emiro del Qatar

 
BatL'iniziativa il 22 agosto
Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

 

i più letti

Il carcere si «allarga» insorgono i detenuti

MELFI – I detenuti hanno protestato colpendo con le stoviglie le sbarre delle celle, per protestare contro l'allargamento di 100 posti dell’attuale sezione detentiva, che passerebbe da 200 a più di 300 posti senza alcun intervento strutturale
Il carcere si «allarga» insorgono i detenuti
MELFI (Potenza) – I detenuti del carcere di Melfi hanno protestato di nuovo stamani colpendo con le stoviglie le sbarre delle celle, per protestare – ha spiegato il Sindacato autonomo di polizia penitenziaria – “contro l'allargamento di 100 posti dell’attuale sezione detentiva, che passerebbe da 200 a più di 300 posti letto senza alcun intervento strutturale”.

La protesta è avvenuta per la prima volta ieri sera: per circa un’ora le stoviglie sono state sbattute contro le sbarre delle celle. Il segretario generale del Sappe, Donato Capace, ha ricordato la protesta di oggi degli agenti della polizia penitenziaria, “contro un’organizzazione del lavoro assai precaria e insoddisfacente”. Capece ha detto che “l'amministrazione penitenziaria non può restare insensibile e inerme di fronte a questo diffuso e trasversale disagio”.

In una nota, l’Ugl Polizia penitenziaria si è detta “preoccupata” per il significato della protesta nel carcere di Melfi. L’organizzazione sindacale ha detto di aver “percepito un’aria di pericolo per l'implosione, che sarebbe accaduta, viste le condizioni di vivibilità dei ristretti, nonchè del personale che vi opera”.
L'Ugl polizia penitenziaria ha definito “assurda, perchè non vi sono gli spazi idonei previsti”, l’intenzione dell’amministrazione penitenziaria di “collocare altri cento detenuti di una certa pericolosità sociale” nel carcere melfitano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie