Domenica 16 Dicembre 2018 | 06:20

Universitario lucano più giovane e in corso

POTENZA – Rispetto al 2004 – prima cioè della riforma – oggi il laureato nell’Università della Basilicata è più giovane, più regolare negli studi e con maggiori esperienze di stage: è quanto emerge dal XVI Profilo dei laureati, realizzato da Almalaurea, da cui emerge «un altissimo grado di soddisfazione degli studenti lucani»
Universitario lucano più giovane e in corso
POTENZA – Rispetto al 2004 – prima cioè della riforma – oggi il laureato nell’Università della Basilicata è più giovane, più regolare negli studi e con maggiori esperienze di stage: è quanto emerge dal XVI Profilo dei laureati, realizzato da Almalaurea, da cui emerge "un altissimo grado di soddisfazione degli studenti lucani per i corsi seguiti e, nel complesso, per l’offerta dell’Ateneo lucano". Si tratta, è scritto in una nota, di un importante riconoscimento per l’Università della Basilicata (con le performance migliori, in Italia, tra i piccoli Atenei), poichè il rapporto viene realizzato da Almalaurea, consorzio interuniversitario i cui studi sono conosciuti e "certificati" a livello nazionale, e hanno come riferimento "l'opinione reale di chi vive quotidianamente l’università e l’impatto concreto sul mondo del lavoro". L'indagine ha infatti coinvolto 64 Atenei, e 230 mila laureati nel 2013: per l’Università della Basilicata rientrano nel monitoraggio 1.119 neodottori. Il 90% dei laureati nell’Unibas, contro l’85,5% della media nazionale, si dichiara complessivamente soddisfatto del corso di studi, e il 79% intende proseguirli. Nel passaggio dal vecchio al nuovo ordinamento gli effetti positivi sulla regolarità negli studi sono evidenti: il 5% contro il 23% del complesso dei laureati del 2013. Con la riforma crescono notevolmente anche le esperienze di tirocinio e stage che coinvolgevano il 26% dei laureati della Basilicata del 2004 contro il 52% dei laureati 2013. La tendenza al proseguimento degli studi, già elevata prima dell’avvio della riforma (62% nel 2004) arriva al 65% nel 2013, valore che si dilata in modo particolare, raggiungendo il 79% fra i laureati di primo livello del 2013. Nell’esperienza formativa dei laureati magistrali si riscontrano indici particolarmente elevati di frequenza alle lezioni: 82 su cento dichiarano di avere frequentato regolarmente più dei tre quarti degli insegnamenti previsti. L’esperienza universitaria compiuta con la laurea magistrale risulta ampiamente apprezzata e 79 laureati su cento la ripeterebbero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400