Lunedì 18 Gennaio 2021 | 12:00

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaDemografia
Cresce la «città fantasma»: in Basilicata 1 casa su 3 è vuota

Cresce la «città fantasma»: in Basilicata 1 casa su 3 è vuota

 
BariIl caso
Bari, trova a terra portafoglio con 500 euro e lo consegna alla polizia: restituito

Bari, trova a terra portafoglio con 500 euro e lo consegna alla polizia: restituito

 
FoggiaLieto evento
Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: parto record al Policlinico Riuniti

Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: parto record al Policlinico Riuniti

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

A Potenza 2 trapianti di midollo osseo

Stanno bene e sono state già dimesse due pazienti di 69 e 40 anni, operate fra luglio ed agosto all'ospedale "San Carlo" del capoluogo della Basilicata
Ospedale S. Carlo Potenza POTENZA - Due donne sono state sottoposte con successo al trapianto di midollo osseo presso l'ospedale "San Carlo" di Potenza. Stanno bene e sono state già dimesse. Gli interventi sono avvenuti tra luglio e agosto, è seguito quindi il monitoraggio del decorso.

La prima paziente, di 69 anni, affetta da linfoma ad alto grado di malignità in seconda ricaduta, è stata sottoposta a reinfusione delle cellule staminali autologhe, ad opera dell'équipe del professor Attilio Olivieri, direttore dell'unità operativa di Ematologia del nosocomio potentino.

Anche la seconda paziente, di 40 anni e affetta da linfoma aggressivo, è stata sottoposta alla reinfusione delle cellule staminali autologhe. In entrambi i casi si è verificato l'attecchimento.

Nel primo caso, ha spiegato l'équipe, la Tac ha rivelato la scomparsa del linfoma, la seconda paziente dovrà invece completare la terapia con un secondo trapianto perché la sua patologia è maggiormente aggressiva.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie