Martedì 22 Gennaio 2019 | 01:58

Chiude per restauri cattedrale di Matera

Gli interventi, curati dalla Soprintendenza ai beni ambientali e monumentali della Basilicata, prevedono una spesa di oltre un milione di euro, finanziata da risorse provenienti dal gioco del Lotto
MATERA - Per consentire l'effettuazione di lavori di restauro, a seguito dei crolli verificatisi nel 2003, la Basilica Cattedrale di Matera resterà chiusa dal prossimo 12 luglio e a tempo indeterminato. Lo ha comunicato il parroco della Cattedrale, don Vincenzo Di Lecce, con una nota inviata al prefetto, al questore, a rappresentanti degli enti locali e alle forze dell' ordine.
Le funzioni religiose si terranno presso la chiesa dedicata San Francesco d' Assisi. Gli interventi, curati dalla Soprintendenza ai beni ambientali e monumentali della Basilicata, prevedono una spesa di oltre un milione di euro, finanziata da risorse provenienti dal gioco del Lotto. Tra le opere da eseguire, vi sono la revisione delle coperture e delle capriate medievali, la ricostruzione dei cornicioni crollati e altri interventi di consolidamento.
I crolli si verificarono rispettivamente nel gennaio e nel novembre del 2003. Nel primo caso si sbriciolarono le trabeazioni e gli stucchi del tardo Ottocento, le alzate lignee sottostanti e l'altare della Madonna della Bruna. A novembre il dissesto riguardò la navata di sinistra con lo sbriciolamento degli elementi architettonici e il danneggiamento della statua di Sant' Ilario. In entrambi i casi i danni furono procurati dalla vetustà del sistema delle coperture, risalenti al 1300. La Basilica Cattedrale, edificata nel 1270, è a tre navate con volte lignee dipinte e pareti con stucchi di epoca barocca, oltre a tele e affreschi risalenti a periodi diversi. La facciata è in stile romanico pugliese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400