Domenica 17 Gennaio 2021 | 08:28

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Auteri: «Contro il Bisceglie saremo spietati»

Bari calcio, Auteri: «Contro il Bisceglie saremo spietati»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

 
LecceL'evento
La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
TarantoIl caso
Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

 
Potenzazona gialla
Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
Foggiaemergenza coronavirus
San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

 

i più letti

Inchiesta Potenza - Gip di Como: gravi indizi ma revocate misure cautelari

A Vittorio Emanuele di Savoia, Ugo Bonazza, Roberto Salmoiraghi e Giuseppe Rizzani; relativamente all'accusa di associazione per delinquere finalizzata allo sfruttamento della prostituzione
POTENZA - Il gip di Como, accogliendo la richiesta del pubblico ministero, ha revocato la misura cautelare eseguita il 16 giugno scorso nei confronti di Vittorio Emanuele di Savoia, Ugo Bonazza, Roberto Salmoiraghi e Giuseppe Rizzani, relativamente all' accusa di associazione per delinquere finalizzata allo sfruttamento della prostituzione.
L' accusa si riferiva al cosiddetto «pacchetto completo» da offrire a facoltosi clienti del casinò di Campione d' Italia (Como): per tale reato è indagata anche una prostituta dell' Est europeo, per la quale però il gip di Potenza, Alberto Iannuzzi, non ritenne di emettere una ordinanza di misura cautelare.
Secondo quanto si è appreso, il gip di Como ha confermato i «gravi indizi» a carico dei quattro indagati, ma ha evidenziato la mancanza delle esigenze cautelari, perchè non vi è più il pericolo di inquinare le prove e il pericolo di fuga: in sostanza l' associazione per delinquere che aveva come obiettivo lo sfruttamento della prostituzione ha cessato di esistere con gli arresti del 16 giugno.
La posizione dei quattro indagati però non si è modificata in seguito alle decisioni del gip di Como: Vittorio Emanuele di Savoia, l' imprenditore Ugo Bonazza e il sindaco di Campione d' Italia, Roberto Salmoiraghi restano agli arresti domiciliari, dove sono stati collocati dal gip di Potenza. Giuseppe Rizzani era e rimane libero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie