Sabato 23 Gennaio 2021 | 15:32

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl caso
Taranto, poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati medici

Poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati i medici

 
FoggiaIl virus
Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

 
HomeIl caso
Racale, lancia dal balcone bombola del gas su auto con a bordo moglie e figlia: arrestato

Racale, lancia dal balcone bombola del gas su auto con a bordo moglie e figlia: arrestato

 
MateraOmicidio
Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: gravemente ferito un altro

Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: è un ingegnere di 46 anni. Gravemente ferito un altro

 
TarantoLa decisione
Un tarantino ai vertici dei servizi segreti, nominato da Conte l'ammiraglio Massagli

Un tarantino ai vertici dei servizi segreti, nominato da Conte l'ammiraglio Massagli

 
BatL'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
BrindisiL'inchiesta
Fasano, maxi-truffe on line scoperta su scala nazionale: rinviato a giudizio

Fasano, maxi-truffe on line scoperte su scala nazionale: rinviato a giudizio imprenditore

 

i più letti

Sanità - A giudizio ex Giunta Basilicata

Con l'accusa di abuso d'ufficio, in relazione alla rimozione di Giuseppe Panio direttore generale dell'Asl di Venosa (Potenza), fra il 2000 e il 2001
POTENZA - Con l' accusa di abuso d' ufficio - in relazione alla rimozione dell' allora direttore generale dell' Asl di Venosa (Potenza), fra il 2000 e il 2001 - la Procura della Repubblica di Potenza chiederà il rinvio a giudizio dell' ex Giunta regionale della Basilicata e di alcuni dirigenti e funzionari (in totale, undici persone).
La richiesta di rinvio a giudizio dell' ex esecutivo lucano - guidato all' epoca dall' attuale senatore e Sottosegretario allo Sviluppo economico, Filippo Bubbico (Ds), e di cui faceva parte, come assessore alla sanità, l' attuale presidente della Giunta, Vito De Filippo (Margherita) - è la conseguenza di una ordinanza del gip di Potenza, Alberto Iannuzzi, che ha disposto la formulazione coatta dell' imputazione, dopo aver rigettato la richiesta del pm di archiviare l' inchiesta.
Oltre che per Bubbico e per De Filippo, la Procura chiederà il rinvio a giudizio degli ex assessori Sabino Altobello (Ds, attualmente Presidente della Provincia di Potenza), Carlo Chiurazzi (Margherita, tuttora assessore regionale), Aldo Michele Radice (all' epoca della Margherita, ora dell' Italia dei valori), Carmine Nigro (Udeur, attualmente Presidente della Provincia di Matera), Salvatore Blasi (Sdi) e Rocco Vita (Ds), di Giancarlo Vainieri, che subentrò al direttore generale della Asl «sgradito» la cui denuncia fu all' origine dell' inchiesta - e dei funzionari Michele Pinto e Santo Alessi.
La Giunta regionale lucana, fra l' ottobre 2000 e il febbraio 2001, prima sospese e poi rimosse dall' incarico di direttore generale dell' Asl di Venosa Giuseppe Panio, al quale subentrò Vainieri (secondo l' accusa, vicino alle posizioni politiche di Bubbico). Il provvedimento di sospensione di Panio fu annullato dal Tribunale di Melfi (Potenza): nonostante ciò - ha rilevato il gip - la Giunta regionale risolse il contratto con Panio e successivamente nominò Vainieri direttore generale dell' Asl. A Panio, comunque, l' esecutivo lucano versò in totale 150 mila euro, «a titolo di risarcimento del danno» per l' illegittima sospensione e come «incremento del compenso liquidato a fine mandato». Per tale fatto, il gip ha disposto la trasmissione dell' ordinanza per l' imputazione coatta alla Corte dei Conti.
Inoltre, poichè nella sua denuncia Panio ipotizzò un «collegamento tra la richiesta di archiviazione» avanzata dal primo pubblico ministero che coordinò l' inchiesta, Felicia Genovese, e la nomina del marito del magistrato (che quindi si astenne dal proseguire le indagini), Michele Cannizzaro, a direttore generale dell' azienda ospedaliera San Carlo di Potenza ad opera della stessa Giunta regionale, il gip ha disposto la trasmissione degli atti alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Catanzaro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie