Sabato 23 Gennaio 2021 | 03:29

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Senegalese trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: indaga la Polfer

Uomo trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: si tratta di un senegalese, indaga la Polfer

 
BrindisiIl caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

 
PotenzaIl caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

A Matera il Festival dei circoli del cinema

La manifestazione, nata nell'84 in Francia, a Poitiers e trasferitasi da Reggio Calabria, prevede l'assegnazione di vari premi; si terrà nella città lucana dal 12 al 17 giugno
POTENZA - La città di Matera ospiterà dal 12 al 17 giugno l'ottava edizione del «Festival internazionale dei circoli del cinema», a cui parteciperanno 200 delegati provenienti da 36 Paesi da ogni parte del mondo.
Durante il festival - organizzato dalle Federazioni italiana e internazionale dei circoli del Cinema (Ficc e Iffs) - sarà consegnato il premio «Don Quijote» alla carriera al regista portoghese Manoel de Oliveira, che ha 98 anni.
I particolari del festival, che si trasferisce da Reggio Calabria a Matera, sono stati presentati stamani a Potenza, in un incontro con i giornalisti che si è svolto nella sede della Giunta regionale della Basilicata.
La manifestazione - nata nel 1984 in Francia, a Poitiers - prevede l'assegnazione di premi anche per le sezioni «Ragazzi», «Sebastiano di Marco» per giovani autori italiani di documentari, «Cineclub New network», «Etnografica», «Diritti umani» e «Don Quijote».
«Non abbiamo star - ha spiegato il presidente della Ficc, Paolo Minuto - ma siamo soddisfatti di avere rappresentanti di tutto il mondo, anche di Paesi economicamente poveri, ma ricchissimi culturalmente».

«La scelta fatta dalla Ficc di trasferire il festival a Matera ci rende felici e dimostra che la politica culturale messa in atto dalla Regione Basilicata sta producendo ottimi risultati»: lo ha detto l'assessore regionale alle attività produttive, Donato Salvatore, che ha definito «splendida» l'iniziativa che nelle prossime settimane porterà a Matera appassionati di cinema di tutto il mondo.
Secondo Salvatore, «questa manifestazione rafforza l'idea che la Basilicata e Matera in particolare rappresentino eccezionali 'location' sia per i set sia per i dibattiti cinematografici».
Nei giorni del festival, durante la mattinata, i delegati parteciperanno a dibattiti presso la Mediateca provinciale di Matera e, nel pomeriggio, visioneranno le pellicole girate in tutto il mondo.
Vincenzo Malfa - presidente del circolo «I Basilischi» che collabora all'organizzazione dell' evento - ha sottolineato «la sensibilità dimostrata dagli amministratori lucani, che hanno compreso che le attività culturali siano ormai diventate vere e proprie attività produttive».
Tesi, questa, condivisa anche dal presidente del consiglio comunale di Matera, Wanda Mazzei, e dall'assessore provinciale alla cultura, Rosa Rivelli. Entrambe, inoltre, hanno messo in evidenza «l'impegno per la difesa dei diritti umani che è alla base del festival. E' un momento molto importante - hanno aggiunto - anche perchè permette a tante realtà diverse di incontrarsi e conoscersi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie