Sabato 23 Gennaio 2021 | 06:33

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Senegalese trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: indaga la Polfer

Uomo trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: si tratta di un senegalese, indaga la Polfer

 
BrindisiIl caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

 
PotenzaIl caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

Potenza - Banda truffe: ai domiciliari due dei 17 arrestati

L'ha deciso il Tribunale del riesame che ha anche dichiarato l'incompetenza territoriale per l'ipotesi accusatoria di associazione per delinquere e ha disposto la trasmissione degli atti a Roma dove il gip dovrà pronunciarsi entro 20 giorni. Il Tribunale, tuttavia, ha confermato il quadro indiziario e la necessità di mantenere una misura di custodia cautelare per i due indagati
POTENZA - Il Tribunale del riesame di Potenza ha disposto gli arresti domiciliari per Achille De Luca e Giuseppina Sannino, due delle 17 persone arrestate il 6 maggio scorso dalla polizia che sgominò una banda specializzata in truffe da centinaia di migliaia di euro ai danni di imprenditori di almeno quattro regioni italiane.
De Luca era detenuto in carcere - in base all' ordinanza emessa dal gip di Potenza Alberto Iannuzzi, su richiesta del pm Henry John Woodcock - e ora passerà agli arresti domiciliari; Sannino considerata la tesoriera della banda, fu trasferita agli arresti domiciliari per decisioni dello stesso gip, dopo la valutazione degli elementi emersi dall' interrogatorio di garanzia svoltosi nel carcere di Potenza. Secondo quanto si è appreso stamani a Palazzo di giustizia di Potenza, il Tribunale del riesame ha dichiarato l' incompetenza territoriale per l' ipotesi accusatoria di associazione per delinquere finalizzata alla truffa (accusa contestata sia a De Luca sia a Sannino) e ha disposto la trasmissione degli atti a Roma dove il gip dovrà pronunciarsi entro 20 giorni. Il Tribunale, tuttavia, ha confermato il quadro indiziario e l' impianto accusatorio e anche la necessità di mantenere una misura di custodia cautelare per i due indagati.
La sentenza del Tribunale del riesame non è stata commentata dal pubblico ministero, anche se fonti vicine alla Procura hanno espresso soddisfazione per l' accoglimento della tesi accusatoria; l' avvocato Sergio Lapenna, difensore di De Luca, al contrario, si è detto «molto soddisfatto» per la decisione del Tribunale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie