Giovedì 21 Gennaio 2021 | 19:29

Il Biancorosso

Serie C
Bari, ufficializzati due nuovi ingaggi: Rolando e Sarzi Puttini

Bari, ufficializzati due nuovi ingaggi: Rolando e Sarzi Puttini

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariEmergenza contagi
Bitonto, focolaio Covid a Villa Giovanni XXIII: 110 positivi tra anziani e operatori

Bitonto, focolaio Covid a Villa Giovanni XXIII: 110 positivi tra anziani e operatori

 
Potenzaeconomia
Tavares in Basilicata, riconosciuta centralità dello stabilimenti di Melfi nel nuovo gruppo Stellantis

Tavares (Stellantis) in Basilicata: confermati investimenti e posti di lavoro. Riconosciuta centralità stabilimento Melfi

 
Tarantoil progetto
Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

 
FoggiaL'accaduto
Foggia, fuggono con macchina rubata, ma fanno incidente e scappano sfondando il parabrezza

Foggia, fuggono con macchina rubata, ma fanno incidente e scappano sfondando il parabrezza

 
BrindisiL'intervista
Gli antifascisti e i comunisti nella provincia di Brindisi: processi, confino, democrazia

Gli antifascisti e i comunisti nella provincia di Brindisi: processi, confino, democrazia

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
MateraIl caso
Incendia auto per dissidi lavorativi con la proprietaria: denunciata 41enne a Matera

Incendia auto per dissidi lavorativi con la proprietaria: denunciata 41enne a Matera

 
LecceLe dichiarazioni
Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

 

i più letti

Matera - Maxi truffe con assegni a vuoto. Cinque arresti

Nascosti dietro società fantasma, acquistavano merce con assegni postdatati scoperti e la facevano sparire senza pagarla. Cifre da capogiro
MATERA - I carabinieri di Matera hanno sgominato una banda di truffatori che, nascondendosi dietro società fantasma, acquistavano merce con assegni postdatati scoperti e la facevano sparire senza pagarla, rivendendola poi in nero. Tre persone sono finite in carcere e due agli arresti domiciliari, con l'accusa di associazione per delinquere.
Gli arrestati in carcere sono Domenico Di Mita, 54 anni, Giuseppe Di Biasi, 58, e Paolo Ferri, 44, tutti di Matera. Hanno ottenuto gli arresti domiciliari Anna Maria Manzara, 40 anni, di Miglionico (Matera), e Giovanni Pavone, 59, di Gioia del Colle (Bari). Tutti e cinque gli arrestati sono noti alle forze di polizia per vicende di truffe.
Le misure cautelari sono state emesse dal gip di Matera Angelo Onorati, su richesta del pm Elisa Sabusco. L'indagine, denominata «Tabula rasa», è stata condotta dal comando provinciale dell' Arma e dalla compagnia di Matera. Sono state indagate anche altre tre persone, uomini fra i 52 e i 60 anni di Tolve (Potenza), Matera e Santeramo in Colle (Bari).

La banda rilevava aziende in difficoltà in provincia di Matera e Bari e le utilizzava per acquistare da fornitori le merci più disparate: alimentari, materiale per l' edilizia, articoli per il giardinaggio. I primi acquisti, per piccole quantità, venivano pagati regolarmente. Una volta ottenuta la fiducia dei fornitori, le società dei truffatori facevano grossi ordini con assegni postdatati.
Quando le vittime andavano all' incasso, scoprivano che gli assegni erano scoperti. Nel frattempo, le ditte debitrici avevano chiuso i battenti o si erano trasferite, mentre la merce era stata rivenduta in nero. Gli inquirenti calcolano che in questo modo la banda abbia truffato complessivamente un milione di euro a 47 aziende italiane di varie regioni.
Ultimamente la banda operava soprattutto in Puglia. Tra le aziende utilizzate per le truffe ci sono la «Di Monaco Domenico Import Export Commercio» di Matera, intestata a uno dei denunciati, che ha collezionato assegni protestati per 325.000 euro, e la «Emmeciemme» di Miglionico (Matera), che aveva come amministratore unico Anna Maria Manzara e che ha emesso assegni a vuoto per 570.000 euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie