Sabato 16 Gennaio 2021 | 04:23

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 
Potenzala «trovata»
Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

 
Barila scorsa notte
Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

 
Batemergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
Bari
Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

 
LecceNel Leccese
Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

 
BrindisiIl caso
Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

 

i più letti

Natuzzi chiude 5 stabilimenti su 8

I tre salottifici saranno a Santeramo in colle (Bari), nell'Asi di Jesce (Matera) e a Ginosa (Taranto). Previsti 200 esuberi. Sono questi i punti salienti del piano industriale 2006-2008
MATERA - Riduzione del numero degli stabilimenti da otto a tre, esubero di 200 dipendenti, investimenti per dieci milioni di euro. Sono questi i punti salienti del piano industriale 2006-2008 della Natuzzi, presentato ieri a Bari.
A illustrarlo è stato il direttore del personale del gruppo, Enrico Carta, alla sede di Confindustria, davanti ai sindacalisti di settore di Cgil, Cisl e Uil delle province di Matera, Taranto e Bari.
La decisione di tagliare stabilimenti e personale è stata motivata con la chiusura in passivo del bilancio, che nel 2005 ha registrato una perdita di 14,6 milioni di euro (2,2 per cento del fatturato), e con la necessità di fronteggiare l' agguerrita concorrenza del mercato.
I tre stabilimenti di produzione saranno a Santeramo in colle (Bari) in località Jazzitiello, dove è la sede centrale del Gruppo, nell' area industriale di Jesce a Matera e a Ginosa (Taranto). Il magazzino del prodotto finito sarà a Matera La Martella.
Le attuali produzioni di taglio e cucito fodere dello stabilimento materano, che opera con 300 addetti, saranno trasferite a Laterza (Taranto), quelle di cucito tessuto e assemblaggio a Ginosa (Taranto). Natuzzi ha confermato che, compatibilmente con il flusso di ordini, verrà confermata l' attuale capacità produttiva.
Sul piano dell' occupazione, i dirigenti del gruppo hanno annunciato che, accanto ai 307 addetti attualmente in cassa integrazione straordinaria (in scadenza il 9 giugno prossimo), ci sarà un ulteriore esubero di 200 addetti. Saranno addetti indiretti della produzione e personale degli uffici.
Natuzzi ha annunciato investimenti per dieci milioni di euro in tre anni nei settori tecnologico, informatico e formativo.
«E' possibile uscire dalla situazione di crisi - ha detto Carta - con il miglioramento dell' organizzazione del lavoro, l' innovazione tecnologica e di processo, l' eliminazione delle inefficienze, la riduzione dei costi delle strutture centrali e di servizio».
Le parti torneranno a confrontarsi sul piano in data da concordare, prima della conclusione del periodo di cassa integrazione straordinaria al 9 giugno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie