Sabato 16 Gennaio 2021 | 01:59

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 
Potenzala «trovata»
Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

 
Barila scorsa notte
Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

 
Batemergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
Bari
Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

 
LecceNel Leccese
Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

 
BrindisiIl caso
Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

 

i più letti

Venosa - Lite fra rumeni: un morto

Ucciso un uomo di 58 anni: è stato colpito alla testa con una mazza di ferro. Il cadavere trovato sul ciglio di una strada. I Carabinieri fermano un 26enne
Carabinieri VENOSA (Potenza) - Ilie Neculai Campeanu, di 26 anni, è stato fermato dai Carabinieri del comando provinciale di Potenza con l'accusa di aver ucciso ieri pomeriggio, a Venosa (Potenza) - colpendolo con una spranga di ferro alla testa - Ion Filip, di 58 anni, il cui cadavere è stato trovato dagli stessi militari ai bordi di una strada provinciale.
Campeanu è accusato di omicidio volontario aggravato: il delitto è avvenuto durante un litigio cominciato per motivi banali, dopo che sia il presunto assassino sia la vittima avevano bevuto. Ieri pomeriggio, i Carabinieri - che stavano facendo controlli contro il traffico degli stupefacenti - hanno trovato il cadavere di Filip, ai bordi della strada provinciale numero otto, a poca distanza da un villaggio in cui abitano numerosi immigrati di nazionalità romena, che lavorano come braccianti agricoli. Filip è stato colpito alla testa ed è morto all'istante. Poco dopo, i Carabinieri della sezione investigazioni scientifiche del comando provinciale di Potenza hanno trovato anche l'arma del delitto. Altri elementi raccolti sulla scena del delitto, l'esame del cadavere e alcune testimonianze hanno subito indirizzato le indagini nell'ambiente della vittima. Oggi, gli indizi raccolti nei confronti di Campeanu si sono ulteriormente consolidati e il giovane è stato fermato: il suo interrogatorio e quelli di alcuni suoi connazionali ha fatto crollare il suo alibi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie