Lunedì 25 Gennaio 2021 | 09:25

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barialla guida dell'arcidiocesi
Bari, è il giorno di Monsignor Satriano: alle 17 la prima messa in Cattedrale

Bari, è il giorno di Monsignor Satriano: alle 17 la prima messa in Cattedrale

 
Materanel Materano
Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

 
Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Foggiala tragedia
San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: due le persone morte

San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: il bilancio è di due morti

 
Leccela polemica
Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 
Potenza«silver economy»
Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

 

i più letti

Matera - Operai Barilla chiedono garanzie

In 23 non hanno ancora accettato il passaggio al pastificio Cerere. Sono in cassa integrazione dal primo gennaio, chiedono l'esito di un'ispezione ministeriale
MATERA - I 23 lavoratori dello stabilimento Barilla di Matera, in cassa integrazione straordinaria dal primo gennaio scorso e che hanno rifiutato il passaggio al pastificio Cerere, in una nota, non hanno escluso la possibilità di rivedere la loro posizione a patto di ricevere «garanzie e sicurezza per un futuro meno incerto e lacunoso».
Le maestranze, nel ribadire la volontà di praticare ogni percorso per uscire dal precariato, e pur esprimendo apprezzamenti sulla validità e qualità del piano industriale dei fratelli Filippo e Adalberto Tandoi, proprietari della Cerere, ritengono opportuno attendere l'esito di una ispezione ministeriale sul progetto che ha portato alla realizzazione dello stabilimento: «E' evidente - hanno scritto i lavoratori - che il pronunciamento del Ministero per le Attività produttive circa la legittimità e liceità del fitto del ramo di azienda che consente a Tandoi di disporre dell'opificio è fondamentale per concretizzare il progetto Tandoi-Barilla. Del resto, le rassicurazioni venute da Tandoi appaiono tranquillizzanti sull'esito della ispezione ministeriale. Riteniamo, pertanto, opportuno - conclude la nota - pazientare pochi giorni per procedere nella massima e reciproca tranquillità».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie