Lunedì 18 Gennaio 2021 | 05:41

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaLa decisione
Foto Tony Vece

Potenza, causa neve chiuse tutte le scuole il 18 gennaio

 
FoggiaIl caso
Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

 
LecceL'incidente
Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

 
BariL'appello
Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

«A Tursi non c'è stata mafia»

Il tribunale di Matera ha emesso 10 condanne e 54 assoluzioni al termine del processo Turris, contro un gruppo di malavitosi attivi fra Tursi e il Metapontino
MATERA - Il Tribunale di Matera ha condannato oggi dieci persone e ne ha assolte altre 54 al termine del processo 'Turris', contro un gruppo di malavitosi attivi fra Tursi e il Metapontino nella prima metà degli anni Novanta. Il Tribunale non ha riconosciuto il reato di associazione mafiosa, come richiesto dal pm della Dda di Potenza Vincenzo Montemurro.
Le persone condannate per vari reati (droga, estorsioni, armi) sono Francesco Vitarelli (7 anni), Rocco Cervone (6 anni e sei mesi), Santino Calciano (5 anni), Antonio Digno (5 anni e due mesi), Vincenzo Russo, Giuseppe Santochirico e Giuseppe Vitarelli (4 anni e 2 mesi ciascuno), Marcello Vitarelli (tre anni e quattro mesi), Antonio Mastrangelo (1 anno e sei mesi), Filippo Lupo (1 anno e quattro mesi).
Il Tribunale era presiduto dal giudice Roberto Spagnolo. Il pubblico ministero Vincenzo Montemurro aveva chiesto condanne per 31 imputati e l'assoluzione per tutti gli altri.
L'inchiesta Turris era stata condotta nel 1996 dalla Procura distrettuale antimafia, per episodi avvenuti in gran parte a Tursi e in altri centri del Metapontino dal 1991 fino alla primavera del 1996. L'inchiesta aveva potuto contare sull'apporto di collaboratori di giustizia coimputati nel procedimento, come Carmelo Giacubbo (nel frattempo deceduto) e Teresa Biasini, che è stata assolta.
Il processo, sviluppatosi in due fasi, ha richiesto oltre 200 udienze. L'avvocato Giuseppe Labriola, presidente dell'Ordine degli avvocati e difensore di alcuni degli imputati, nel commentare la sentenza ha detto che «dopo 10 anni giustizia è stata fatta: a Tursi non c'è stata mafia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie