Giovedì 28 Gennaio 2021 | 03:57

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa tragedia
Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

 
Brindisia S. Michele Salentino
Brindisi, solaio crollato in un capannone: 4 indagati per omicidio colposo

Brindisi, solaio crollato in un capannone: 4 indagati per omicidio colposo

 
TarantoL'iniziativa
Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

 
PotenzaSHOAH
Giornata della Memoria, a Potenza consegnate 3 medaglie d’onore ai familiari dei deportati

Giornata della Memoria, a Potenza consegnate 3 medaglie d’onore ai familiari dei deportati

 
FoggiaIl caso
Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

 
BatIl caso
Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

 
MateraIl caso
Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

 
LecceIl caso
Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

 

i più letti

Potenza - Lei rifiutò le sue avance e lui la uccise: confermato ergastolo

La Corte d'Assise d'Appello di Potenza ha confermato la condanna in primo grado per Salvatore Votta, il 29enne di Viggiano responsabile dell'omicidio dell'impiegata d'albergo 24enne Maria Rosaria Mercadante
POTENZA - La Corte d' Assise d' Appello di Potenza ha confermato stamani la condanna in primo grado all' ergastolo per Salvatore Votta, il 29enne di Viggiano (Potenza) responsabile dell' omicidio dell' impiegata d' albergo 24enne Maria Rosaria Mercadante, avvenuto nel comune della Val d' Agri il primo dicembre 2003.
La Corte non ha riconosciuto a Votta le attenuanti generiche. L' imputato era difeso dall' avvocato Nicola Roccanova, che ha annunciato che aspetterà le motivazioni della sentenza per decidere un eventuale ricorso in Cassazione.
Votta, un balordo con numerosi precedenti per furto e ricettazione, più volte arrestato, alla fine del 2003 si era invaghito della giovane, portiera dell' albergo Teotokos di Viggiano, e l' aveva molestata più volte, aspettandola davanti a casa. La giovane aveva confidato i suoi timori alle amiche, ma non aveva sporto denuncia.
La mattina del primo dicembre 2003, il giovane l' aveva bloccata mentre andava al lavoro, e minacciandola con un coltello l' aveva costretta a guidare fino a una casolare abbandonato. Qui aveva cercato di violentarla, e di fronte alla reazione di lei, l' aveva strangolata. Votta aveva poi inscenato un falso suicidio, impiccando il cadavere nel casolare.
I genitori della giovane avevano subito denunciato la scomparsa ai carabinieri di Viggiano. Le testimonianze delle amiche avevano indirizzato gli investigatori su Votta, che solo due ore dopo l' omicidio era stato bloccato e portato in caserma. Poco dopo i militari avevano notato l' auto di Maria Rosaria davanti al casolare e avevano ritrovato il cadavere.
Votta, che aveva sul volto i graffi della colluttazione, in serata aveva confessato l' omicidio. Il sette marzo di quest' anno il gip di Potenza Gerardina Romaniello lo aveva condannato all' ergastolo con rito abbreviato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie