Domenica 24 Gennaio 2021 | 14:42

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, oggi (ore 15) al San Nicola derby col Francavilla: Auteri pretende punti e gioco

Bari calcio, oggi (ore 15) al San Nicola derby col Francavilla: Auteri pretende punti e gioco

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantocontrolli della ps
Grottaglie, nasconde a casa e nell'officina hashish e marijuana: 40enne arrestato

Grottaglie, nasconde a casa e nell'officina hashish e marijuana: 40enne arrestato

 
LecceEconomia
Lecce, sanità e assistenza sociale: è boom di imprese private (+77%)

Lecce, sanità e assistenza sociale: è boom di imprese private (+77%)

 
Baricontagi coronavirus
Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

 
BrindisiControlli dei CC
Mesagne, sorpreso con droga e coltello a serramanico: in carcere 46enne

Mesagne, sorpreso con droga e coltello a serramanico: in carcere 46enne

 
Potenza«silver economy»
Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

 
FoggiaIl virus
Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

 
MateraOmicidio
Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: gravemente ferito un altro

Rotondella, uomo ucciso a coltellate: è un ingegnere di 46 anni. Gravemente ferito netturbino 45enne

 
BatL'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 

Materano condannato per aver stuprato sua figlia per 9 anni

La prima volta lei aveva 11 anni e tanti sono gli anni di galera cui è stato condannato un imprenditore agricolo di 57 anni di Montalbano Jonico
MATERA - Il Tribunale di Matera ha condannato oggi a 11 anni e sei mesi un imprenditore agricolo di 57 anni di Montalbano Jonico (Matera), accusato di aver violentato per nove anni la figlia minorenne.
Gli abusi erano avvenuti dal 1985 al 1994, da quando la figlia aveva 11 anni fino all' età di 19. L' imprenditore aveva creato un clima di terrore e di violenza in casa, con botte, minacce e vessazioni contro tutti i congiunti.
Per costringere la figlia a subito le violenze, l' uomo la minacciava di maltrattare gli altri famigliari, di non iscriverla a scuola e all' università, di vietarle di uscire di casa, di vedere gli amici, di andare in motorino.
Anche quando la ragazza era diventata maggiorenne, non era riuscita a sottrarsi agli abusi. I suoi tentativi di ribellarsi alle attenzioni del padre le erano costate percosse e altre violenze.
Solo nel '96 la figlia era riuscita ad allontanarsi da casa. Nel '98 il padre era stato arrestato, al termine di una inchiesta coordinata dal sostituto procuratore di Matera Annunziata Cazzetta.
L' imprenditore, difeso dall' avvocato Bruno Oliva, è stato condannato per violenza sessuale, minacce e maltrattamenti in famiglia. Il pm Rosanna De Fraia aveva chiesto una condanna a 11 anni.
L' imputato è stato assolto per prescrizione dall' accusa di atti osceni in luogo pubblico, per uno stupro consumato in campagna. Il Tribunale lo ha privato della potestà genitoriale e gli ha imposto il pagamento di una provvisionale di 100.000 euro alla figlia, di 30.000 alla moglie e di 15.000 all' altra figlia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie