Lunedì 25 Gennaio 2021 | 03:15

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

 

NEWS DALLE PROVINCE

Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Foggiala tragedia
San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: due le persone morte

San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: il bilancio è di due morti

 
Leccela polemica
Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

 
MateraIl mistero
Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 
Baricontagi coronavirus
Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

 
Potenza«silver economy»
Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

 

i più letti

Melfi - Ancora sciopero in Fiat

Per la sesta domenica, i lavoratori che producono la Punto, hanno incrociato le braccia con percentuali dell'80% secondo la Fiom-Cgil, del 28% secondo l'azienda
POTENZA - Per la sesta domenica consecutiva, i lavoratori dello stabilimento di Melfi (Potenza) della Fiat - dove si produce la Nuova Punto - hanno scioperato ieri sera (con una percentuale dell' 80 per cento secondo la Fiom-Cgil, del 28 per cento secondo l' azienda) contro il turno della domenica sera e per sbloccare una trattativa che appare arenata.
Secondo la stessa Fiom, lo sciopero ha provocato il blocco di una linea produttiva e una riduzione della produzione sull'altra; secondo l'azienda, la produzione ha subito una riduzione proporzionata all'adesione allo sciopero (in ulteriore e netto calo rispetto a domenica scorsa, quando fu del 38 per cento).
Fuori dai cancelli, ieri sera, i sindacati hanno distribuito volantini e tenuto comizi: la manifestazione è stata controllata dalle forze dell' ordine. La Fiom ha fatto notare che nella fabbrica non sono arrivati operai da altri stabilimenti: «La tensione tra i lavoratori è alta», ha detto il segretario regionale dell'organizzazione, Giuseppe Cillis.
Stamani, Fiom, Fim, Uilm, Ugl, Fismic e Failms - che hanno posizioni diverse, in alcuni casi favorevoli a chiudere l'intesa con la Fiat, lasciando il turno della domenica sera, pagato come lavoro straordinario, per alcuni mesi - si riuniranno a Melfi. Scopo dell'incontro è preparare un documento sullo stato della vertenza che, nel pomeriggio, sarà consegnato al prefetto di Potenza, Luciano Mauriello, per chiedergli di sbloccare la trattativa convocando un incontro fra le parti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie