Mercoledì 20 Gennaio 2021 | 02:28

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Mafia, annullata interdittiva a società steward dello stadio di Lecce

Mafia, annullata interdittiva a società steward dello stadio di Lecce

 
Covid news h 24Il virus
Coronavirus a Mottola, focolaio in una Rsa: 22 positivi

Coronavirus a Mottola, focolaio in una Rsa: 22 positivi

 
BatLa disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

 
PotenzaIl virus
Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

 
BariIl caso
Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

 
Foggiaparto record
Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 
Brindisila denuncia
Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

 

i più letti

Melfi - Ancora sciopero in Fiat

Per la sesta domenica, i lavoratori che producono la Punto, hanno incrociato le braccia con percentuali dell'80% secondo la Fiom-Cgil, del 28% secondo l'azienda
POTENZA - Per la sesta domenica consecutiva, i lavoratori dello stabilimento di Melfi (Potenza) della Fiat - dove si produce la Nuova Punto - hanno scioperato ieri sera (con una percentuale dell' 80 per cento secondo la Fiom-Cgil, del 28 per cento secondo l' azienda) contro il turno della domenica sera e per sbloccare una trattativa che appare arenata.
Secondo la stessa Fiom, lo sciopero ha provocato il blocco di una linea produttiva e una riduzione della produzione sull'altra; secondo l'azienda, la produzione ha subito una riduzione proporzionata all'adesione allo sciopero (in ulteriore e netto calo rispetto a domenica scorsa, quando fu del 38 per cento).
Fuori dai cancelli, ieri sera, i sindacati hanno distribuito volantini e tenuto comizi: la manifestazione è stata controllata dalle forze dell' ordine. La Fiom ha fatto notare che nella fabbrica non sono arrivati operai da altri stabilimenti: «La tensione tra i lavoratori è alta», ha detto il segretario regionale dell'organizzazione, Giuseppe Cillis.
Stamani, Fiom, Fim, Uilm, Ugl, Fismic e Failms - che hanno posizioni diverse, in alcuni casi favorevoli a chiudere l'intesa con la Fiat, lasciando il turno della domenica sera, pagato come lavoro straordinario, per alcuni mesi - si riuniranno a Melfi. Scopo dell'incontro è preparare un documento sullo stato della vertenza che, nel pomeriggio, sarà consegnato al prefetto di Potenza, Luciano Mauriello, per chiedergli di sbloccare la trattativa convocando un incontro fra le parti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie