Venerdì 22 Gennaio 2021 | 13:56

Il Biancorosso

Biancorossi
Auteri e la C infuocata del Bari: «Volevo proteggere il gruppo»

Auteri e la C infuocata del Bari: «Volevo proteggere il gruppo»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIl caso
Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita

Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita VD

 
LecceL'iniziativa
«Back to school»: a Lecce l'evento in streaming con i ministri Azzolina e Spadafora

«Back to school»: a Lecce l'evento in streaming con i ministri Azzolina e Spadafora

 
Barinel Barese
Modugno, 51enne si sente male in casa: cane abbaia a lungo e allerta i vicini: è salva

Modugno, 51enne si sente male in casa, cane abbaia a lungo e allerta i vicini: è salva

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
FoggiaIl caso
Foggia: «Ho fatto il tampone, ma forse non è il mio»

Foggia: «Ho fatto il tampone, ma forse non è il mio»

 
Brindisimaltrattamenti in famiglia
Ostuni, distrugge i mobili di casa e minaccia di morte madre e moglie: arrestato 45enne violento

Ostuni, distrugge i mobili di casa e minaccia di morte madre e moglie: arrestato 45enne violento

 
Tarantoil progetto
Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

Nuovo sciopero a Melfi

Non c'è pace nello stabilimento Fiat: i lavoratori sono contrari al turno delle ore 22 della sera di domenica, ma il loro «fronte» non è più del tutto unito
MELFI (POTENZA) - Uno sciopero è stato proclamato e attuato, ieri sera, nello stabilimento di Melfi (Potenza) della Fiat - con adesione «totale» secondo la Fiom-Cgil, limitata al 48 per cento degli operai secondo l'azienda - e nelle aziende dell'indotto, ancora contro il turno di lavoro della domenica sera.
Lo sciopero, con presidi davanti ai cancelli, è stato proclamato nonostante l'accordo del 28 settembre scorso, con cui Fiat e sindacati (Fiom, Fim, Uilm, Failms, Fismic e Ugl) hanno stabilito che a Melfi - dove si produce la Grande Punto - si lavorerà su 17 turni settimanali. Tuttavia, l'azienda all'inizio di settembre aveva comunicato agli operai nuovi turni di lavoro, comprendendovi quello della domenica sera: un ritorno al passato, secondo la Fiat (dopo una sospensione di alcuni mesi per crisi di mercato), necessario peraltro per soddisfare le richieste dei clienti della Grande Punto. La Fiat, inoltre, ha spiegato di considerare temporaneo il 18/o turno, limitato cioè ad alcuni mesi: la durata (sempre secondo il gruppo torinese) dovrà essere stabilita in incontri con i sindacati.

Le organizzazioni dei lavoratori, però, sono contrarie al turno delle ore 22 della sera di domenica, ma il loro «fronte» non è più del tutto unito: nei giorni scorsi, infatti, la Fismic ha fatto sapere che non vi erano le condizioni per scioperare di nuovo ieri sera.
Secondo il segretario regionale della Basilicata della Fiom-Cgil, «la Fiat deve convocare in tempi rapidi i sindacati per avviare a realizzazione l'accordo sui 17 turni. Se la convocazione non arriverà - ha concluso Cillis - sarà deciso senza dubbio un inasprimento delle forme di lotta contro il turno della sera della domenica».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie