Venerdì 18 Ottobre 2019 | 01:46

Il Biancorosso

Domenica
Bari, D'Ursi indisponibile per trasferta ad Avellino

Bari, D'Ursi indisponibile per trasferta ad Avellino

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceI soccorsi
Migranti, in arrivo 80 a Leuca: erano su una barca intercettata dalla Guardia costiera

Migranti, in arrivo 50 a Leuca: erano su una barca intercettata dalla Guardia costiera

 
PotenzaL'incontro
Tempa Rossa, Regione Basilicata verso l'accordo con Total

Tempa Rossa, Regione Basilicata verso l'accordo con Total

 
MateraL'iniziativa
Matera 2019, la capitale è anche il «Paese della cuccagna»

Matera 2019, la capitale è anche il «Paese della cuccagna»

 
FoggiaLa decisione
Strage in famiglia a Orta Nova: funerale unico per tutti

Strage in famiglia a Orta Nova: funerale unico per tutti

 
BariLa causa civile
Bari, bimba morì all'Ospedaletto: in sala operatoria mancava il termometro

Bari, bimba morì all'Ospedaletto: in sala operatoria mancava il termometro

 
TarantoLunedì
Taranto, ministro Fioramonti a inaugurazione anno scolastico

Taranto, ministro Fioramonti a inaugurazione anno scolastico

 
BrindisiLe indagini
Brindisi, una fucilata tra i bambini prima del delitto Carvone: altri due arresti

Brindisi, una fucilata tra i bambini prima del delitto Carvone: altri due arresti

 

i più letti

«Risorgerà» il lago che diede il nome al paese

di ANTONIO PACE
LAGOPESOLE - Il lago che sorgeva a Piano del Conte che diede il nome a Lagopesole sarà presto ripristinato. I lavori per consolidamento e la costruzione di un percorso ad anello lungo circa 6 chilometri che parte dal castello federiciano di Lagopesole, attraverso il lago di Piano del Conte fino alla pitture rupestri di Carpine di Filiano, sono a buon punto e si presume che a primavera inoltrata saranno consegnati
«Risorgerà» il lago che diede il nome al paese
di ANTONIO PACE

Il lago che sorgeva a Piano del Conte che diede il nome a Lagopesole sarà presto ripristinato. Difatti, i lavori per consolidamento e la costruzione di un percorso ad anello lungo circa 6 chilometri che parte dal castello federiciano di Lagopesole, attraverso il lago di Piano del Conte fino alla pitture rupestri di Carpine di Filiano, sono a buon punto e si presume che a primavera inoltrata saranno consegnati. Il progetto cofinanziato dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio e la Regione Basilicata, per un importo complessivo di circa un milione e 500mila euro, ha lo scopo di restituire all’area quella vocazione turistica unica nel suo genere, perché diventi sempre più «polo» attrattivo di eccellenza. Il progetto prevede oltre al ripristino dello specchio di acqua e alla riqualificazione dell’area, anche una «passerella» per consentire una serie di attività sportive connesse al lago e sarà quasi certamente ripopolato di anguille. 

Anguille tanto ambite dall’Imperatore Federico II e dalla sua corte. Si dice, che l’Imperatore per popolare il lago con le anguille le fece trasportare in “botti fino a Venosa e poi in barili a dorso d’asino fino a Lagopesole”. Il lago svolse una funzione importante durante l’era federiciana e in quelle successive perché riforniva di fresca acqua potabile il castello di Lagopesole, dimora estiva dell’Imperatore. 
A causa della malaria il lago originario fu svuotato in tre diversi periodi: nel 1908 con il decreto Zanardelli, nel 1926 e definitivamente nel 1975. Adesso, scongiurato il pericolo sanitario, si vuole ripristinare lo specchio d’acqua per restituirlo alla fruizione turistica

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie