Venerdì 22 Gennaio 2021 | 08:20

Il Biancorosso

Serie C
Bari, ufficializzati due nuovi ingaggi: Rolando e Sarzi Puttini

Bari, ufficializzati due nuovi ingaggi: Rolando e Sarzi Puttini

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaGdF
È positivo al Covid ma lo trovano in giro: denunciato 67enne a Foggia

È positivo al Covid ma lo trovano in giro: denunciato 67enne a Foggia

 
Barinel Barese
Ceglie del Campo, in un garage arsenale con armi e 45kg di droga: 3 arresti

Ceglie del Campo, in un garage arsenale con armi e 45kg di droga: 3 arresti

 
Brindisimaltrattamenti in famiglia
Ostuni, distrugge i mobili di casa e minaccia di morte madre e moglie: arrestato 45enne violento

Ostuni, distrugge i mobili di casa e minaccia di morte madre e moglie: arrestato 45enne violento

 
Potenzaeconomia
Tavares in Basilicata, riconosciuta centralità dello stabilimenti di Melfi nel nuovo gruppo Stellantis

Tavares (Stellantis) in Basilicata: confermati investimenti e posti di lavoro. Riconosciuta centralità stabilimento Melfi

 
Tarantoil progetto
Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
MateraIl caso
Incendia auto per dissidi lavorativi con la proprietaria: denunciata 41enne a Matera

Incendia auto per dissidi lavorativi con la proprietaria: denunciata 41enne a Matera

 
LecceLe dichiarazioni
Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

 

i più letti

Potenza e Matera «ferme» nel ricordo del Pontefice

In un ipermercato potentino, tutti i televisori in esposizione erano sintonizzati sui funerali del Papa. Il massimo raccoglimento verso le 10 con l'inizio delle celebrazioni
POTENZA Scuole aperte, ma, nella maggior parte dei casi, solo fino alle dieci e trenta, un minuto di raccoglimento alle dodici in punto in tutti gli uffici, pubblici e privati, maxi schermo nelle sedi del Comune, della Provincia e della Regione, nell'auditorium dell' ospedale San Carlo e nelle chiese di Santa Cecilia al rione Poggio Tre Galli e di 'Santa Maria Immacolatà al rione Cocuzzo: la città di Potenza ha vissuto così le ore dei funerali di Papa Giovanni Paolo secondo.
Come annunciato dal sindaco Vito Santarsiero, tutte le scuole della città sono rimaste aperte. Gli alunni sono entrati in classe, ma l'atmosfera era diversa dal solito e, così, gran parte dei dirigenti scolastici, in particolare quelli delle scuole superiori, ha deciso di far suonare la campanella in netto anticipo. Intorno alle dieci e trenta, tantissimi studenti erano in giro per la città, molti si sono diretti nelle chiese, qualcuno, incurante della giornata di lutto nazionale, ha inscenato una mini partita di pallavolo.

All' ospedale San Carlo, le attività ambulatoriali sono andate avanti per tutta la mattinata senza alcuna interruzione, ma i pazienti e il personale sanitario e amministrative, insieme a persone esterne, hanno avuto la possibilità di seguire i funerali del Santo Padre sul maxi schermo allestito nell' Auditorium del nosocomio potentino.
Scena simile anche nell' aula del Consiglio regionale in via Anzio. I funzionari e gli impiegati della Regione hanno preso posto nei banchi, solitamente occupati dai consiglieri regionali e nell' area riservata alla stampa e al pubblico.
In Comune, invece, il personale si è ritrovato nella sala dell' Arco, dove si riunisce la Giunta, mentre in Provincia il maxi schermo è stato allestito in un corridoio del terzo piano.

In un ipermercato della città, tutti i televisori in esposizione erano sintonizzati sui funerali del Pontefice. Diverse persone, prima di fare la spesa, si sono fermate a pregare davanti alle immagini provenienti da piazza San Pietro. Saracinesche abbassate nei negozi del centro storico, in concomitanza con l'inizio della celebrazione dei funerali: in moti esercizi, televisori accesi e sintonizzati sulla diretta televisiva. Sui balconi di un edificio del centro storico è stata esposta una bandiera del Vaticano.

MATERA - Matera ha ricordato con funzione religiose, incontri e brevi pause di riflessione sui luoghi di lavoro e nelle scuole la morte di papa Giovanni Paolo II. Il momento di maggiore silenzio si è avuto intorno alle 10, quando gran parte degli esercizi commerciali, delle fabbriche e i servizi di trasporto urbano si sono fermati per alcuni minuti, mentre nella chiesa di San Domenico veniva officiato il rito religioso e attivato il collegamento da piazza San Pietro con un maxischermo.
La giornata di lutto è stata seguita anche dagli studenti sia all' interno degli istituti che con manifestazioni pubbliche come quella realizzata dal preside dell'Istituto tecnico commerciale «Antonio Loperfido», che ha consentito agli studenti di assistere alle esequie papali affittando il teatro Duni. In altri enti pubblici è stato osservato un minuto di raccoglimento intorno alle 12. Alcuni cittadini ha seguito i funerali del Papa dalle tv di bar e rivenditori di elettrodomestici.
L' evento ha avuto anche un risvolto editoriale con un attenzione definita «interessante» da edicolanti e librai per l'acquisto di quotidiani, riviste e libre. Alcuni cittadini hanno chiesto se saranno in vendita prodotti multimediali sulla vita e sulle esequie di Giovanni Paolo II.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie