Sabato 23 Gennaio 2021 | 03:41

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Senegalese trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: indaga la Polfer

Uomo trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: si tratta di un senegalese, indaga la Polfer

 
BrindisiIl caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

 
PotenzaIl caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

«Il maremoto ha spostato l'asse terrestre»

La conferma dai dati del centro di geodesia spaziale di Matera dell'Agenzia spaziale italiana: i primi risultati indicano uno spostamento dell'asse di rotazione terrestre pari a circa 2 millesimi di secondo d'arco, pari ad uno spostamento di 5-6 centimetri • Scettico l'esperto del Cnr sui dati diffusi da Matera
Il catastrofico sisma del 26 dicembre è stato talmente violento da modificare in modo considerevole l'inclinazione dell'asse di rotazione terrestre.
E' quanto verificato dai ricercatori del Centro di Geodesia Spaziale dell'Agenzia Spaziale Italiana di Matera, che stanno elaborando in tempo reale i dati prodotti dalla rete mondiale di telemetria laser satellitare, della quale l'osservatorio lucano è uno dei capisaldi fondamentali.
I risultati preliminari, indicano uno spostamento dell'asse di rotazione terrestre pari a circa 2 millesimi di secondo d'arco (l'angolo sotteso da una moneta da 1 Euro ad una distanza di 2000 chilometri), corrispondente ad uno spostamento lineare di 5-6 centimetri. Tale spostamento è avvenuto proprio lungo la direzione dell'epicentro del terremoto: da una prima analisi non si vede alcun effetto lungo la direzione del meridiano di Greenwich.
L'analisi dei dati sta continuando a ritmo serrato, in collaborazione con il professor Roberto Sabadini dell'Università di Milano, per verificare l'effetto prodotto dal sisma su altri parametri terrestri, come la posizione del centro di massa e la forma del campo di gravità.
Il Centro di Geodesia Spaziale, che ha sede a pochi chilometri da Matera, è specializzato nell'acquisizione ed elaborazione dei dati ambientali che giungono dai satelliti in orbita, cioé tutte quelle attività note come telerilevamento.

Il centro è nato sulla base di un contratto tra Asi e Telespazio, come Centro I-Paf, per il processamento, e l'archiviazione della grande mole di dati proveniente dalle orbite terrestri, e dai satelliti per telerilevamento interessati. Tra questi, i satelliti europei dell'Esa Ers-1 ed Ers-2 (European Resourches Satellite), e l'attuale Envisat, oltre al Lageos-2, un satellite sferico inviato in orbita proprio con lo scopo di studiare il movimento delle placche tettoniche, il moto del polo e le variazioni delle maree. Gli spostamenti delle placche sono infatti direttamente collegati alle forti attività sismiche di alcune regioni del pianeta considerate a rischio. A Matera inoltre, sono giunti ance i dati provenienti dai radar ambientali che hanno golato sugli space shuttle.
Al Centro di Geodesia Spaziale di Matera inoltre, sono state effettuate misurazioni geodetiche dai satelliti Starlette e Aijsai; vi si affrontano studi di interferometria spaziale su larga base, anche tramite una grande antenna parabolica di venti metri di diametro, costruita da Alenia Spazio. Inoltre, si effettuano lavori di posizionamento, con il sistema satellitare americano Gps, e di altimetria, come in passato è avvenuto tramite i satelliti Ers e Topex/Poseidon di Nasa e Cnes francese.

A. Lo Campo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie