Domenica 17 Gennaio 2021 | 05:01

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Auteri: «Contro il Bisceglie saremo spietati»

Bari calcio, Auteri: «Contro il Bisceglie saremo spietati»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

Scuola e Covid, l'ira dei presidi pugliesi: «Basta libera scelta su frequenza»

 
LecceL'evento
La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
TarantoIl caso
Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

Taranto, bimba morta di tumore, la mamma: «Sia fatta giustizia per i nostri figli»

 
Potenzazona gialla
Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
Foggiaemergenza coronavirus
San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

 

Rivello - Fermato carabiniere per omicidio di anziani

Sarebbe un brigadiere, arrestato dai suoi commilitoni di Potenza, il rapinatore che ha terrorizzato la zona e che ha ucciso due anziani coniugi
RIVELLO (POTENZA) - Un carabiniere è stato fermato nell' ambito delle indagini sul duplice omicidio dei coniugi Carlomagno, avvenuto martedì sera nelle campagne di Rivello (Potenza).
Il militare è stato fermato dai suoi colleghi del comando provinciale di Potenza dell' Arma.
L'uomo è ora nel carcere militare di Santa Maria Capua Vetere (Caserta). Si tratta di un brigadiere, il cui nome per il momento non viene reso noto, in servizio in provincia di Potenza.
Il riserbo sulle indagini che hanno portato al fermo del sottufficiale è totale. Alcune fonti hanno sottolineato che il provvedimento di fermo è del tutto provvisorio, in attesa dell' interrogatorio, al quale l'indagato sarà sottoposto, forse domattina.
Gli investigatori sospettano che le irruzioni nella casa dei coniugi Puppo a Rivello, circa un mese fa, e quella conclusasi tragicamente nella casa dei coniugi Carlomagno, martedì sera, non siano state casuali, ma scelte in base ad un piano preciso. In entrambi i casi la rapina era l'obiettivo principale, le indagini devono ora stabilire se il presunto assassino abbia individuato da solo gli obiettivi da colpire o abbia agito con la complicità di altre persone. Per quanto riguarda il duplice delitto, i carabinieri stanno esaminando gli elementi raccolti per accertarne le modalità attuative.
RIVELLO (POTENZA) - Un carabiniere è stato fermato nell' ambito delle indagini sul duplice omicidio dei coniugi Carlomagno, avvenuto martedì sera nelle campagne di Rivello (Potenza).
Il militare è stato fermato dai suoi colleghi del comando provinciale di Potenza dell' Arma.
L'uomo è ora nel carcere militare di Santa Maria Capua Vetere (Caserta). Si tratta di un brigadiere, il cui nome per il momento non viene reso noto, in servizio in provincia di Potenza.
Il riserbo sulle indagini che hanno portato al fermo del sottufficiale è totale. Alcune fonti hanno sottolineato che il provvedimento di fermo è del tutto provvisorio, in attesa dell' interrogatorio, al quale l'indagato sarà sottoposto, forse domattina.
Gli investigatori sospettano che le irruzioni nella casa dei coniugi Puppo a Rivello, circa un mese fa, e quella conclusasi tragicamente nella casa dei coniugi Carlomagno, martedì sera, non siano state casuali, ma scelte in base ad un piano preciso. In entrambi i casi la rapina era l'obiettivo principale, le indagini devono ora stabilire se il presunto assassino abbia individuato da solo gli obiettivi da colpire o abbia agito con la complicità di altre persone. Per quanto riguarda il duplice delitto, i carabinieri stanno esaminando gli elementi raccolti per accertarne le modalità attuative.

CARABINIERE TRADITO DA TELEFONATA 118
Il carabiniere fermato questa mattina per l'omicidio dei due anziani di Rivello è stato individuato grazie alla telefonata giunta al 118 la sera del 9 novembre. Un uomo aveva chiesto un'ambulanza per soccorrere un anziano in contrada Cammartino. Gli investigatori hanno riconosciuto la voce del militare registrata dalla sala operativa del pronto soccorso. Il forte accento lagonegrese e il numero di provenienza hanno portato gli inquirenti sulla pista del militare.
L'uomo, 40 anni, sposato e con figli, brigadiere in servizio a Lauria, ieri è stato fuori casa per tutto il giorno. I colleghi lo hanno atteso fino alle 23,30, quando è rientrato nell'abitazione. Per tutta la notte è stato interrogato dal procuratore di Lagonegro, Giancarlo Grippo e dal sostituto, Claudio Basso, ai quali ha negato ogni addebito.
Stamane alle sei il trasferimento nel carcere di S. Maria Capua Vetere, dove sabato sarà interrogato di nuovo per la convalida del fermo.
Secondo gli inquirenti il carabiniere sarebbe anche l'autore della rapina avvenuta circa un mese fa nello stesso comune, nell'abitazione di un'altra coppia di anziani. Anche in quella occasione le vittime furono picchiate a sangue e derubate di diecimila euro. Una stretta analogia con l'aggressione che è costata la vita a Donato Carlomagno e a Maria Rossini di 76 anni.
Non si esclude che il militare abbia agito con l'aiuto di un complice, forse del luogo, che indicava le possibili vittime. Intanto, nel pomeriggio a Lagonegro è stata eseguita l'autopsia ai corpi delle due vittime.

ANZIANI UCCISI: DOMANI I FUNERALI A RIVELLO
Saranno celebrati domani alle 15:30 nel convento di Sant' Antonio a Rivello (Potenza) i funerali dei due coniugi uccisi martedì sera nel comune del Lagonegrese, Donato Carlomagno, 77 anni e Maria Rossini, 76 anni.
Il nulla osta per l' inumazione è venuto oggi dalla procura, dopo che è stata eseguita l' autopsia. Il sindaco Aldo Savino ha proclamato per la giornata di domani il lutto cittadino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie