Domenica 17 Gennaio 2021 | 17:46

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, il centrocampista Maita torna negativo

Bari calcio, il centrocampista Maita torna negativo

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIl personaggio
Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

 
Foggianel foggiano
San Severo, aggredito blogger e incendiata la sua auto: indaga la polizia

San Severo, aggredito blogger e incendiata la sua auto: indaga la polizia

 
ItaliaL'evento
Il Covid non ferma la Fiera del Fischietto di Rutigliano: onorata con un flash mob sui balconi

Il Covid non ferma la Fiera del Fischietto di Rutigliano: onorata con un flash mob sui balconi

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
LecceL'evento
La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

La Fòcara di Novoli torna in piazza: l’accensione in streaming

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

Venosa - Padre e figlio intossicati: sono in coma

Rosario e Giuseppe Ferrenti - di 57 e 28 anni - stavano lavorando in fondo ad un pozzo e sono svenuti lì dentro per le esalazioni di alcuni solventi che stavano utilizzando. Sono ricoverati in rianimazione all'ospedale di Melfi
VENOSA (Potenza) - Due uomini, padre e figlio sono rimasti intossicati nel pomeriggio, a Venosa (Potenza), dalle esalazioni disperse in un pozzo nel quale stavano lavorando, in una zona di campagna.
Secondo quanto si è appreso, i due - che erano svenuti in fondo al pozzo, profondo alcuni metri - sono stati soccorsi dai Vigili del fuoco e trasportati in ospedale da personale del 118: le loro condizioni sono gravi. I carabinieri stanno facendo indagini per stabilire se le esalazioni sono state provocate da lavori di impermeabilizzazione in corso nel pozzo oppure dall'uso di solventi.
Al recupero di Rosario e Giuseppe Ferrenti - di 57 e 28 anni - hanno partecipato anche due carabinieri e un'altra persona.
Padre e figlio, entrambi muratori, stavano lavorando all'impermeabilizzazione di una cisterna in cemento armato destinata alla raccolta dell'acqua piovana, in un'azienda agricola di contrada "Ferrigno" di Venosa. Sono svenuti dopo aver respirato vapori provenienti dai solventi che stavano utilizzando.
Rosario e Giuseppe Ferrenti sono stati ricoverati prima nell'ospedale di Venosa e poi, in elicottero, in quello di Melfi (Potenza), dove sono in rianimazione, in stato di coma. L'area dove si trova la cisterna e i solventi utilizzati dai due operai sono stati sequestrati dai carabinieri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie