Domenica 24 Gennaio 2021 | 20:22

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggiala tragedia
San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: due le persone morte

San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: due le persone morte

 
Leccela polemica
Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

 
MateraIl mistero
Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 
Baricontagi coronavirus
Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

 
BrindisiControlli dei CC
Mesagne, sorpreso con droga e coltello a serramanico: in carcere 46enne

Mesagne, sorpreso con droga e coltello a serramanico: in carcere 46enne

 
Potenza«silver economy»
Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

 

i più letti

Neve a Potenza, città in tilt  Tir bloccati e strade intasate

Ottanta minuti di neve e la città impazzisce. Nonostante sia una città di montagna. Nonostante si sia in pieno inverno. Nonostante l’allerta meteo della prefettura avesse già segnalato la possibilità di arrivo della neve. Eppure, ieri mattina (ma anche per tutta la serata come dimostrano le immagini), girare per Potenza è stato un inferno. Il problema, va detto subito, è stato sicuramente amplificato dall’orario in cui la precipitazione, sebbene annunciata, è partita: le 7.40 del mattino circa e tra alti e bassi fiocchi sono continuati per tutta la giornata
Neve a Potenza, città in tilt  Tir bloccati e strade intasate
Ottanta minuti di neve e la città impazzisce. Nonostante sia una città di montagna. Nonostante si sia in pieno inverno. Nonostante l’allerta meteo della prefettura avesse già segnalato la possibilità di arrivo della neve. Eppure, ieri mattina, girare per Potenza è stato un inferno. Il problema, va detto subito, è stato sicuramente amplificato dall’orario in cui la precipitazione, sebbene annunciata, è partita: le 7.40 del mattino circa. A quell’ora le auto sono già tutte in strada, sia quelle dotate di gomme antineve che quelle prive, e le carreggiate sono invase di mezzi. 

«Appena visti i primi fiocchi - spiega il direttore dell’Acta Marcello Tricarico - abbiamo richiamato in sede gli autisti in quel momento alla guida dei mezzi per la raccolta differenziata e nel giro di una decina di minuti siamo usciti con i mezzi spartineve e spargisale, ma le strade erano già piene di mezzi in panne che non lasciavano passare i nostri mezzi». 

Del tutto bloccata la fondovalle e via Vaccaro, per due bus e un camion che erano finiti di traverso. È stato necessario far giungere sacchi di sale e spargerli a mano per riuscire a spostare i mezzi pesanti che ostruivano la carreggiata. Auto bloccate anche nella zona della rotonda che porta all’ospedale, con gli addetti acta costretti a «regolare il traffico» in via Ciccotti, per creare un varco in cui passare e far passare l’ambulanza dei Vigili del Fuoco che doveva soccorrere l’uomo infartuato nella parallela via Lazio. «Siamo stati impossibilitati a intervenire come dovremmo - dice il responsabile comunicazione della stessa Acta - tanti automobilisti avventati sono finiti di traverso ei mezzi non riuscivano a passare. Così, ad esempio, sono serviti circa 100 minuti per arrivare da Rione Cocuzzo a al ponte Musumeci (un chilometro e 800 metri), 40 minuti per percorrere i circa 2 chilometri che separano San Rocco da Epitaffio, oltre un ora per oltrepassare il «rondò» che segna l’accesso in città per chi viene dall’area nord. 

«Sono stata un’ora e dieci minuti per percorrere le poche decine di metri (300 metri in tutto) tra la discesa di Rione Cocuzzo e il centro commerciale Galassia - racconta Ivana - ho anche chiamato i vigili urbani più volte, per sapere se ci fosse stato un incidente, ma mi hanno detto che c’era la neve. Anche quando alla fine c’era il sole». 

«Dovevo accompagnare mio figlio all’asilo - spiega Giuseppe - ma dopo essere rimasto fermo per 10 minuti vicino la villa di Santa Maria sono tornato a casa». Una situazione, indubbiamente, complicata anche dai lavori stradali in corso in città che, sicuramente non per pura coincidenza, insistono proprio nei punti che ieri si sono bloccati. Ma dovuta anche alla cattiva abitudine di mettersi alla guida in condizioni poco adeguate e cioè senza catene o pneumatici da neve. Una cosa vietata da un regolamento comunale, ma per la quale, alle cattive abitudini degli automobiisti, si aggiunge la mancanza di controlli. E mentre nevicava e la città era in tilt, nessuno è stato multato per questa violazione. 

Meglio è andata ieri sera. Nel pomeriggio la neve ha ripreso a cadere ed è andata avanti fino a sera. Ma sebbene le precipitazioni siano state maggiori che al mattino, il minor numero di auto in strada ha annullato i problemi. [g.riv.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie